FOX

Carrie Fisher, la Principessa Leila di Star Wars, è morta a 60 anni

di -

Il mondo piange un grande talento del cinema. Ora è tutt'uno con la Forza.

Carrie Fisher in Star Wars 3 e 7

1978 condivisioni 0 commenti 3 stelle

Share

È stata un'icona del cinema e se n'è andata troppo presto, in questo 2016 maledetto. Carrie Fisher, l'attrice americana famosa per aver interpretato l'intrepida Principessa Leila Organa in Star Wars, non ha retto al pesante attacco di cuore che l'ha colpita in volo da Londra a Los Angeles venerdì.

Oggi, 27 dicembre, un portavoce della figlia Billie Lourd ha confermato il tragico decesso dell'artista appena 60enne a People.

Nella dichiarazione si legge: 

È con profonda tristezza che Billie Lourd conferma che la sua amata madre Carrie Fisher è deceduta questa mattina alle 8.55.

L'attacco cardiaco l'aveva colta in volo da Londra, dove aveva appena tenuto una tappa del tour promozionale del suo diario scritto durante le riprese del primo Star Wars, intitolato The Princess Diarist.
Testimoni dell'accaduto hanno rivelato che l'attrice non ha respirato per una decina di minuti, nonostante l'eccellente opera di rianimazione messa in atto dall'equipaggio del volo.

Appena atterrati a L.A., Carrie Fisher è stata trasportata d'urgenza ad un ospedale nelle vicinanze. Ad un primo aggiornamento da parte della madre, Debbie Reynolds, le sue condizioni parevano essersi stabilizzate.
Oggi, però, è arrivata la terribile notizia della morte.

Carrie e Mark, ovvero Leila e Luke.

Figlia di Debbie Reynolds e del cantante Eddie Fisher, Carrie è nata nel 1956 a Beverly Hills. Cresciuta nelle braccia della Hollywood di una volta, l'attrice ha vissuto un rapporto conflittuale con quel mondo dorato e spesso spietato.

Dopo essere fuggita a Londra per studiare recitazione, Carrie tornò in patria e debuttò nel 1975 con il film Shampoo con protagonista Warren Beatty.

Con il ruolo della Principessa Leila nel primo film di Star Wars del 1977, però, l'attrice divenne parte della storia del cinema: la sua interpretazione della ribelle figlia di Darth Vader fu così perfetta che la sua carriera decollò per non fermarsi mai, fino a una galassia lontana lontana.

Carrie Fisher è riuscita a vestire i panni di una Principessa tenace, energica e battagliera, senza però risultare poco femminile o sottomessa: è stata sicuramente una co-protagonista dei film di Guerre Stellari, allo stesso livello di Mark Hamill (Luke Skywalker) o Harrison Ford (Han Solo). Il suo fascino magnetico si è fatto sentire eccome, su quest'ultimo in particolare.

Questi tre ci hanno fatto sognare...

Oltre al suo ruolo "principesco" in Guerre Stellari, Carrie Fisher ha partecipato anche nell'iconico film The Blues Brothers del 1980 (avendo anche una relazione con Dan Aykroyd) ed è anche apparsa in L'uomo con la scarpa rossa (1985), Hannah e le sue sorelle (1986), Harry ti presento Sally (1989) e Austin Powers - Il controspione (1997).

Di recente aveva ripreso i panni di Leila Organa nel nuovo capitolo di Star Wars, il settimo, intitolato Il Risveglio della Forza. La rivedremo ancora nel suo - e solo suo - memorabile ruolo di Generale della resistenza nell'Episodio 8, ora in fase di postproduzione.

Sarà, però, una ben lieve consolazione. Il mondo del cinema - e quello più squisitamente geek dei fan di Star Wars - ha perso una donna intelligente, orgogliosa e dal talento straordinario.

Noi vogliamo ricordarla così, con quel sorriso che ha stregato generazioni di adepti della Forza:

Gif della Principessa Leila che sorride in Star Wars

Addio Carrie.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.