FOX

[Spoiler!]

Uno dei nuovi Power Rangers sarà gay [SPOILER]

Tra i cambiamenti introdotti dal reboot di Dean Israelite, uno riguarderà la sessualità di uno dei Ranger, che diventerà uno dei primi supereroi gay di alto profilo del cinema.

I cinque Power Rangers del reboot

546 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Manca poco all'arrivo di Power Rangers nelle sale. Il reboot diretto da Dean Israelite uscirà nei cinema italiani il 6 aprile 2017 per presentarci una versione inedita degli eroi sotto la guida del saggio Zordon.

Tra le novità del film, a partire da una sorprendente Rita Repulsa e un Alpha 5 totalmente reimmaginato, ci sarà anche l'inclusione di un personaggio LGBT. La notizia ci arriva dall'Hollywood Reporter, che ha svelato in anteprima che i Power Rangers annovereranno tra i loro ranghi uno dei primi supereroi gay del cinema.

Attenzione! Possibili spoiler!

L'identità sessuale del Yellow Ranger, Trini

Durante il secondo atto del film i giovani eroi scopriranno che Trini, interpretata da Becky G, sta cercando di capire quale sia il suo effettivo orientamento sessuale. La scena, descritta a grandi linee da THR, anticipa che uno dei protagonisti si domanderà se il Yellow Ranger stia avendo "dei problemi col suo ragazzo". In realtà, i problemi di Trini riguarderanno altri esponenti del sesso femminile.

Si tratterà di una scena piuttosto breve ma che, come anticipato dal regista Dean Israelite, sarà piuttosto importante per il film:

Trini si sta davvero domandando chi è. Non l'ha capito del tutto per adesso. Credo che quel che sia bello di quella scena è che il film ci sta dicendo 'Va bene, d'accordo'. Tutti i ragazzi devono accettare quello che sono e trovare altri come loro.

Nella serie originale, Trini era stata interpretata dall'attrice di origini vietnamiti Thuy Trang per un totale di 81 episodi. Ufficialmente, però, il personaggio era sempre stato inteso come eterosessuale.

L'identità del Power Ranger al centro di questa notizia forse è stata una sorpresa per alcuni fan di vecchia data del franchise, che avrebbero potuto aspettarsi un Blue Ranger gay, magari in omaggio al suo interprete più noto. Come molti di essi ricorderanno, infatti, l'originale Billy Cranston è omosessuale, e David Yost abbandonò la serie televisiva degli anni '90 citando continui tormenti sul set.

In merito alla sessualità di Trini, l'attore ha dichiarato di essere orgoglioso della scelta del film e che, secondo lui, "la comunità LGBTQI sarà entusiasta di vedere questo tipo di rappresentazione".

La trasformazione del Blue Ranger originale
Billy Cranston, l'originale Blue Ranger, interpretato da David Yost

Se il mondo dei fumetti e delle serie TV non manca del tutto di eroi e super-cattivi che si allontanano dall'eteronormatività, a partire da Harley Quinn di DC Comics e da Sarah Lance in Arrow, il grande schermo è rimasto abbastanza a digiuno di questo tipo di personaggi, specie se di altro profilo.

Questa versione dei Power Rangers, così diversa da quella che i nostalgici ricordano, riuscirà a far breccia nel cuore degli spettatori anche grazie alla sua inclusività? Il verdetto arriverà a breve anche se, possiamo anticiparlo, i critici americani non sembrano affatto entusiasti della pellicola nel suo complesso. Al momento possiamo solo sperare che si sbaglino.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.