FOX

PES 2017, Maradona minaccia un'azione legale contro Konami

di -

El Pibe de Oro scatena la sua furia contro Konami. Diego Armando Maradona non ha gradito il suo recente inserimento in PES 2017, minacciando provvedimenti legali.

Diego Armando Maradona oggi

222 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Calcio e videogiochi sono da sempre un'accoppiata vincente. 

Con le uscite annuali dei franchise FIFA e Pro Evolution Soccer, i colossi Electronic Arts e Konami sono riusciti non solo a conquistare i cuori del pubblico di appassionati, ma anche e soprattutto ad "attentare" ai loro portafogli. Ogni 12 mesi, i fan corrono nei negozi per accaparrarsi i nuovi capitoli delle loro saghe sportive preferite, affollando i server di gioco e dando vita a intense sfide offline e in multigiocatore.

E se la compagnia di Redwood City si prepara a regalarci emozioni calcistiche con il già annunciato FIFA 18, l'azienda rivale potrebbe invece essere trascinata in un brutto guaio... legale!

Di recente, infatti, Konami ha inserito un giovanissimo Diego Armando Maradona tra le leggende della modalità myClub di PES 2017. Una scelta che non è andata a genio a "El Pibe de Oro", che minaccia azioni legali nei confronti del team di sviluppo nipponico. L'ex fuoriclasse argentino, incluso tra le leggende del Barcellona, squadra in cui aveva militato prima del sua approdo in Italia col Napoli, lamenta uno sfruttamento non autorizzato della sua immagine.

Diego Armando Maradona in PES 2017Konami
La versione virtuale di Maadona in PES 2017

Ecco le sue parole al vetriolo direttamente dalla Pagina Facebook ufficiale, poi riportate dal sito nostrano Spaziogames:

Ieri ho scoperto che l’azienda giapponese Konami utilizza la mia immagine per il suo gioco PES 2017. Mi dispiace, ma il mio avvocato Matias Morla intenterà un’azione legale. Spero che questa truffa non vada avanti…

Maradona non si è di certo risparmiato, accusando Konami addirittura di truffa. Una storia, quella tra il campionissimo e la software house dagli occhi a mandorla, che potrebbe riservare sviluppi intensi e, quasi sicuramente, piuttosto gravi. Ricordiamo, per dovere di cronaca, che Konami detiene tutti i diritti sulle leggende del Barcellona, di cui l'ex calciatore del Napoli ha fatto parte.

Al momento la "mamma" di Metal Gear Solid e Castlevania non ha commentato le accuse ricevute, ma è assai probabile che un comunicato stampa non si farà attendere. Voi da che parte state, "tifate" per Konami o per Diego Armando Maradona?

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.