FOX

Cannes 2017: annunciati tutti film in gara nella 70esima edizione

di -

Tanta politica e immigrazione, meno grandi star della regia autoriale del solito, zero italiani in gara: ecco i film in concorso a Cannes 2017, l'edizione 70!

Cannes 70

20 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Politica, migranti, Russia, tanti esordi, pochi autori affermati, zero studios americani e registi italiani: questo, in grande sintesi, è ciò che è emerso dall'annuncio ufficiale dei film in concorso per la 70esima Palma d'Oro della storia e per i premi delle sezioni collaterali. In diretta streaming su Periscope, il direttore artistico della kermesse Thierry Frémaux e il presidente Pierre Lescure hanno annunciato i film che verranno presentati a Cannes, in uno dei festival più celebri al mondo, dal 17 al 28 maggio 2018.

Cannes 2017: tutti i numeri

Per il suo 70esimo compleanno, la kermesse come al solito sarà davvero ricchissima di pellicole tutte da scoprire: sono ben 49 i lungometraggi selezionati, di cui 18 parteciperanno alla competizione principale e 16 nella ricercata selezione di Un Certain Regard. Aumentano rispetto all'anno passato le nazioni rappresentate, che arrivano a quota 29, mentre sono 9 le opere prime che debutteranno sulla Croisette, un numero in costante crescita negli ultimi anni. Dopo le polemiche degli anni passati, anche la rappresentanza femminile aumenta, arrivano a quota 12, di cui però solo 3 in concorso ufficiale.

Cannes 2017, ecco tutti i film in concorsoHDGettyImages
Il direttore artistico e il presidente del Festival di Cannes hanno annunciato i film in competizione per la Palma d'Oro

Cannes 2017: novità inaspettate e grandi assenti

Per quanto riguarda l'Italia, dopo le polemiche sul manifesto omaggio con ritocchino a Claudia Cardinale, la Croisette si conferma essere luogo di recenti luci e ombre. A fronte di una doppia rappresentanza nella sezione più importante a livello autoriale, con Fortunata di Sergio Castellito (e nel cast Jasmine Trinca, Stefano Accorsi, Alessandro Borghi, Edoardo Pesce e Hanna Schygulla) e Après la guerre di Annarita Zambrano (con Giuseppe Battiston e Barbora Bobulova) in Un Certain Regard, non ci saranno registi italiani nella selezione ufficiale, come già avvenuto l'anno passato. Questo significa che sono state snobbate pellicole presentate sia per una possibile posizione dentro e fuori il concorso ufficiale come Una Questione Privata dei fratelli Taviani (vincitori a sorpresa di una delle ultime edizioni della Berlinale), un adattamento di Beppe Fenoglio con Luca Marinelli protagonista e The Leisure Seeker, il primo film in lingua inglese di Paolo Virzì con Helen Mirren e Donald Sutherland.

L'Italia non è sola nella zona degli snobbati dal concorso ufficiale: anche Romania e Spagna, rappresentatissime negli anni passati, non sono presenti, mentre abbondano le pellicole francesi (con il ritorno tra gli altri di Francois Ozon dopo lo struggente Frantz) e di film russi, sudcoreani e statunitensi, ma non inviati dai grandi studios.

C'è invece un doppio ingresso di prestigio, quello di 2 lungometraggi prodotti da Netflix, senza la certezza che passino effettivamente nelle sale, scelta che conferma la volontà di sperimentare ed innovarsi del Festival francese (e l'attenzione al mondo televisivo, con eventi speciali dedicati a Top of the Lake di Jane Champion e Twin Peaks di David Lynch). In passato invece i rapporti tra il gigante del video on demand e il festival non erano sempre stati idilliaci.

Ecco i film in competizione a Cannes 2017HDNetflix
La prima immagine di Tilda Swinton in Okja, prodotto da Netflix

Altra grande assenza di rilievo è quella degli studios hollywoodiani. Gli statunitensi ci sono certo, ma si ricorre a nomi di tradizione festivaliera, con il ritorno dopo un lungo periodo di silenzio di Sofia Coppola e il nuovo film di Todd Haynes, raffinato regista di Carol. Persino il film di apertura non sarà un grande titolo di richiamo, bensì l'ultima opera dell'amatissimo regista francese Arnaud Desplechin, intitolato Ismael’s Ghosts, con protagoniste Charlotte Gainsbourg and Marion Cotillard. Se tra molte polemiche e film non sempre all'altezza l'armata francese in concorso è sempre presente, quest'anno consta di ben 4 film sul totale.

Per un film abituato a coccolare i cineasti cresciuti sul suo tappeto rosso e a richiamare le grandi star autoriali del mondo della regia, troviamo un numero inferiore al solito (ma comunque cospicuo) di cineasti di fama mondiale: oltre al ritorno di Michel Haneke (sul titolo del suo Happy End è scoppiata la risata della sala stampa, ben memore del pessimismo della sue recenti pellicole), il russo Andrey Zvyagintsev (consacrato dalla vittoria a Venezia con Leviathan), oltre alla presenza di David Lynch per presentare il ritorno di Twin Peaks in anteprima mondiale.

Cannes 2017, ecco i film in competizione per la 70esima Palma d'oroHDCannes 70
Cotillard e Gainsburg saranno le protagoniste della prima sfilata sul red carpet, con il film d'apertura Ismael's Ghosts

Cannes 2017: tutti i film della selezione ufficiale

  • Loveless (Andrey Zvyagintsev)
  • Good Time (Benny Safdie e Josh Safdie)
  • You Were Never Really Here (Lynne Ramsay)
  • L’amant double (François Ozon)
  • Jupiter’s Moon (Kornél Mandruczo)
  • A Gentle Creature (Sergei Loznitsa)
  • The Killing of a Sacred Deer (Yorgos Lanthimos)
  • Radiance (Naomi Kawase)
  • The Day After (Hong Sang-soo)
  • Le Redoutable (Michel Hazanavicius)
  • Wonderstruck (Todd Haynes)
  • Happy End (Michael Haneke)
  • Rodin (Jacques Doillon)
  • The Beguiled (Sofia Coppola)
  • 120 Battements Par Minute (Robin Campillo)
  • Okja (Bong Joon-ho)
  • In the Fade (Fatih Akin)
  • The Meyerowitz Stories (Noah Baumbach)

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.