Da Gears of War a Halo, i migliori videogiochi di sempre per Xbox 360

di -

Le sparatorie futuristiche di Halo, la letale sensualità di Bayonetta, gli scontri all'ultimo sangue di Gears of War: sono solo alcune delle più belle esperienze videoludiche messe sul piatto dall'indimenticabile Xbox 360.

Alcuni dei protagonisti dei giochi più belli per Xbox 360

17 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Lo abbiamo fatto di nuovo!

Dopo aver stilato la classifica dei migliori giochi di sempre per PlayStation 3, quella dei titoli più caldi del 2017 e, ancora, quella dei più bei videogame a tema Star Wars - ma ce ne sono tante altre sulle pagine di MondoFox, vi sfidiamo a trovarle! -, oggi è tempo di chiudere questo meraviglioso viaggio alla scoperta dell'universo ''geek''.

E lo facciamo con uno speciale dedicato a quella che, ad oggi, è la miglior console confezionata da Microsoft. In piena eccitazione per l'imminente presentazione di Scorpio all'E3 2017di Los Angeles, guardiamo allora al recente passato del colosso di Redmond, lanciandoci tra i migliori videogiochi di sempre per l'indimenticabile e indimenticata Xbox 360.

Naturalmente la classifica a seguire non vuole essere verità assoluta, ma solo assecondare i gusti personali di chi vi scrive, rispettando comunque determinati criteri di qualità oggettiva. Allo stesso modo è praticamente impossibile citare tutte le ottime produzioni apparse nel corso degli anni sulla piattaforma americana.

Di conseguenza, aspettiamo nei commenti i vostri videogame del cuore per Xbox 360: condividete con noi tutto il vostro amore per la ''sorellina'' di Xbox One!

10 - Portal 2

Puro genio. Questa è l'unica definizione possibile da affibbiare al sequel di Portal - per cui uscirà anche un film.

Il titolo di casa Valve, classe 2011, è ancora oggi una perla rara nel panorama videoludico, un gioco divertente, ironico, longevo e curato fino all'inverosimile. Sì perché, a sei anni di distanza dal debutto sul mercato, Portal 2 rappresenta una produzione eccezionale, che non mancherà di divertire tutti coloro che sono alla ricerca di un gioco diverso dai canoni classici, in cui mettere alla prova i propri riflessi e il proprio ingegno per trovare l'uscita dagli esperimenti più folli che mente umana possa concepire.

9 - Assassin's Creed II

Mentre attendiamo di scoprire tutta la verità sul nuovo capitolo di Assassin's Creed, attiviamo il tasto ''rewind'' e caliamoci nelle affascinanti città dell'Italia rinascimentale. 

Quelle che, nel 2009, Ubisoft realizzò con dovizia di particolari e accuratezza storica in Assassin's Creed II. Il titolo è considerato dagli appassionati il miglior esponente dell'intero franchise, non solo grazie al carisma del protagonista, Ezio Auditore da Firenze, ma anche grazie all'esperienza complessiva, che elevò le interessanti idee del primo Assassin's Creed rendendole finalmente più concrete e godibili. 

Una vera e propria opera d'arte videoludica, che mette sul piatto una splendida realizzazione artistica - ancora più significativa per noi italiche genti! -, un gameplay mai ripetitivo e una pletora di missioni principali l'una diversa dall'altra.

8 - Fallout 3

Se Fallout 4 non ha ottenuto il successo di critica sperato, per via del suo ''scimmiottare'' - forse volutamente - tutti i migliori aspetti dei precedenti episodi del brand, lo stesso non si può dire del terzo capitolo.

Fallout 3 è, a conti fatti, il capolavoro nucleare di Bethesda, un videogame sontuoso e sconfinato, in cui la parola d'ordine è solo una: libertà

Libertà di costruire la propria storia, i propri personalissimi legami e di esplorare un mondo post-apocalittico incredibilmente vasto una volta abbandonate le freddi pareti del Vault.

7 - Lost Odyssey

Lost Odyssey non è stato di certo un grande successo di vendite. E neppure troppo acclamato dalla critica. 

Eppure il gioco di ruolo uscito in esclusiva per Xbox 360 nel 2008 è uno di quei videogame in grado di rubarti il cuore. La storia di Kaim Argonar e dei suoi compagni si dirama tra misteri, colpi di scena, magie e inevitabili combattimenti a turni, incarnandosi come il vero erede dei Final Fantasy ''classici''. 

Merito dello stesso creatore della saga trentennale di Square EnixHironobu Sakaguchi, che è riuscito a raccontare una favola tra steampunk e fantasy lunga mille anni.

Menzione d'onore per la colonna sonora, sontuosa e malinconica, composta da un altro grande volto di Final Fantasy, Nobuo Uematsu. Potete ascoltarne un estratto cliccando sul tasto Play del video poco più sopra. 

6 - The Witcher 2: Assassins of Kings

Questa è la storia di un witcher che conquistò le console per la prima volta. Dopo il debutto del primo capitolo solo su PC, The Witcher 2 approdò anche su Xbox 360, permettendo alla console della ''grande M'' di salutare con immenso piacere l'arrivo un gioco di ruolo di primissimo livello, capace di appassionare e divertire sfruttando gli stilemi classici del genere in questione. Il gameplay non è perfetto, ma il coinvolgimento è assicurato, grazie a quest sempre varie e interessanti immerse in un sistema di gioco collaudato sull'esperienza per personal computer.

Molto diversa dalle meccaniche dell'acclamato The Witcher 3, la seconda avventura videoludica di Geralt Di Rivia vanta ancora oggi una atmosfera davvero indimenticabile, permeata da un peculiare senso di epicità.

5 - BioShock

BioShock è senza ombra di dubbio un titolo pregno di fascino, carisma ed originalità, dotato di una splendida atmosfera: unica, malata, a tratti disturbante. A ciò si aggiunge un gameplay che tra action, adventure e spunti ruolistici ha saputo affascinarci con svariate trovate, a tratti geniali. 

Quello tra i corridoi di Rapture è un viaggio che in qualche modo ha cambiato il modo di videogiocare di chiunque vi ci sia imbattuto, un viaggio tra i più belli degli ultimi dieci anni di gaming. Sono poche le pecche di BioShock, tutte perdonabili a fronte di un comparto artistico che solo Ken Levine è in grado di imprimere nelle sue produzioni. 

4 - Bayonetta

Una carismatica e sensuale protagonista, l'azione sempre esagerata a 60 fps costanti ed una varietà ludica al momento incomparabile rendono Bayonetta il re degli action game ''puri'', quelli cioè senza elementi collaterali come esplorazione, investigazione, fasi stealth ed affini. Nonostante siano passati ormai sette anni dall'uscita.

Il titolo targato Platinum Games sfodera una commistione di stile e qualità tecnica davvero invidiabile. Se consideriamo poi l'elevata rigiocabilità garantita dalla possibilità di ripetere tutti i capitoli mantenendo e migliorando il proprio equipaggiamento grazie ai guadagni, ecco che l'erede di Devil May Cry si trasforma in un must have per tutti, soprattutto per chi apprezza l'impareggiabile stile J-Pop degli sviluppatori del Sol Levante.

3 - Halo 3

Uno sparatutto che piacerà anche a chi non ama questo genere, ecco come definire Halo 3, senz'altro un vero capolavoro per chi apprezza gli FPS e le avventure in prima persona. 

Bungie, ora al lavoro sul promettente Destiny 2, confezionò nel 2007 la miglior incarnazione delle peripezie di Master Chief: oltre all'imbracciare un'arma e sparare, con Halo 3 ci troviamo dinanzi ad uno stupendo gioco di ''strategia'' che mette a dura prova un gameplay studiato alla perfezione.

2 - Grand Theft Auto V

Tutti conoscono Grand Theft Auto V, anche chi non è propriamente un videogiocatore. 

D'altronde il titolo Rockstar Games è tutt'ora sulla cresta dell'onda, ancora presentissimo nelle classifiche di vendita e supportato dalla casa madre, che continua a sfornare aggiornamenti ed eventi speciali per Grand Theft Auto Online, componete multiplayer delle avventure ''criminali'' di Trevor, Franklin e Michael. 

Le strade di Los Santos sono ormai leggenda... in attesa di scoprire cosa abbia in serbo per noi la ''R stellata'' con il sesto capitolo della serie, già in produzione.

1 - Gears of War

È vero, Gears of War 3 - e il successivo Gears of War 4 per Xbox One e PC - offre un'esperienza decisamente più completa del primo capitolo della saga. Eppure, la prima iterazione di COG e Locuste, rappresenta uno dei punti di volta del videogiocare moderno. 

Epic Games ha lanciato, nel novembre del 2006, il primo videogioco in grado di farci assaporare uno scarto generazionale evidente con le precedenti console, soprattutto dal punto di vista tecnico. 

Gears of War è, con Halo, IL videogame per Xbox 360, proiettandoci nell'intensa e drammatica storia dell'epica lotta per la sopravvivenza dell'uomo contro il Locust Horde, orribile razza di creature emersa dalle viscere del pianeta. Un titolo che ha consacrato Marcus Fenix nell'Olimpo dei personaggi poligonali e che ha rivoluzionato l'intero genere degli sparatutto in terza persona. 

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.