FOX  

Episodio 3: Istinti

L’attacco mortale di volatili preistorici costringe i nostri a trovare una soluzione ingegnosa per proteggere il campo-base

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

 Dopo il doppio episodio pilota, il messaggio è forte e chiaro: se l’arrivo degli Shannon a Terra Nova ci aveva regalato la visione di un mondo pieno di colori, di aria purissima, con una natura lussureggiante (che nasconde un sacco di pericoli…), dopo averci fatti entrare nel vivo dell’azione con gli attacchi mortali del primo episodio, ora partiamo… direttamente da lì. Da un mondo buio e spaventoso, con un temporale e una pioggia battente che non possono non ricordarci alcune delle scene clou di Jurassic Park (omaggiato costantemente).


Come l’arrivo di Jim a Terra Nova (inquadrato dall’alto, dopo essere finito per terra, come a ricordare l’apertura dell’occhio di Jack in Lost, come in molti avete notato) aveva reso omaggio alla serie-culto, così la pioggia battente non può non ricordarci almeno un po’ il primo incontro di Jack, Kate e Charlie con il “mostro” nella giungla… Solo che qui i soldati di Terra Nova non hanno tempo di contare fino a 5. C’è solo un “lassù, fra gli alberi” a separarli da una fine alquanto sgradevole. Sgradevole quasi quanto le larve che si mangia Washington mentre tiene un corso di sopravvivenza per i ragazzi di Terra Nova.


E mentre Maddypedia (se lo becca tutto, il soprannome, visto che non la smette di sciorinare nozioni più o meno inutili) è in gara con la Lourdes di Falling Skies per la ragazzina più fastidiosa (ma vincerà Lourdes, è chiaro), mamma e papà cercano di ritrovare la loro intimità. Non senza qualche difficoltà a forma di volatile preistorico (assassino, per giunta, scopriamo poi). E a forma di vecchio compagno d’università di nome Malcolm. Ma quello che ci interessa davvero sono le nuove informazioni sul nuovo mondo. Si usano i soldi ma si usa anche il baratto, ci sono tante creature ancora sconosciute, nella giungla, e in casa c’è da fare esattamente come sulla Terra del presente (o del futuro). Nascono casalinghe disperate in ogni epoca, insomma.


Gli uomini complottano come sempre (vedi Malcolm e la selezione di Elisabeth, a mio parer sempre fuori parte, sebbene meno stonata rispetto al pilot). Jim invece mi sta piacendo molto: il giusto grado di ironia e una perfetta aderenza al ruolo. Anche l’episodio mi è piaciuto: come tutti, ho visto Gli uccelli è ho molto apprezzato gli omaggi al film di Hitchcok (ad esempio, con il momento che precede l’attacco in massa al campo-base). Alla fine, dopo una soluzione al problema che ci ricorda quanto sia difficile insediarsi in un mondo e in un’epoca ai quali non si appartiene, tutto è bene quel che finisce bene. Malcomus a parte. Il ragazzo ci darà dei crucci, già lo so. Ma va bene così: questo episodio era ben equilibrato fra questioni private in casa Shannon e vita preistorica a Terra Nova. Staremo a vedere cosa succederà la prossima settimana…

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.