FOX  

Episodio 8: L'accordo

Fra impostori e menzogne, i personaggi della serie si confrontano con le loro priorità e con ciò che vogliono credere…

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Ah, ecco. Dinosauri. Così va meglio: l’episodio di Terra Nova di ieri sera si apre di nuovo con la “tradizione” della serie, che mostra le creature preistoriche… di solito intente a fare colazione con qualcuno. Ma non in questo caso: in questo caso sono solo suggestivi “ornamenti” allo splendido luogo in cui Taylor e Jim sono andati a pesca, per distrarsi dalla vita quotidiana a Terra Nova (nota per me: ovunque li metti, gli uomini riescono a trovare il modo di andare a pesca… Buono a sapersi. Altra nota: gli effetti speciali del pesce all’amo sono stati piuttosto deludenti, al contrario di ciò che accade di solito, non trovate?)


Ad ogni modo, sempre in “stile Terra Nova”, la gita si trasforma presto in qualcosa d’altro, dopo che Taylor e Jim trovano le tracce di qualcuno nella giungla. Curran, per la precisione: Jim viene rimandato alla colonia, mentre Taylor cerca il suo ex soldato, esiliato per omicidio. Nel frattempo a Terra Nova la nostra adorabile (perché ha voglia di imparare ed è sempre gentile con tutti, il personaggio è innegabilmente gradevole) Maddypedia che una ne fa, due miliardi ne pensa e mille ne dice, ha l’opportunità di incontrare il suo idolo: il geologo Ken Horton, appena rientrato da una lunga esplorazione al di fuori del perimetro. Capiamo fin dal primo minuto che nel gentile signore c’è qualcosa che non va… ma dobbiamo aspettare un po’ prima di scoprire esattamente cosa.


È proprio Maddy a svelare il mistero, trasformandosi in un’investigatrice improvvisata che ricorda in qualche modo la Nancy Drew protagonista di tanti avvincenti gialli per ragazzi. La trovata geniale è che Maddy conduce le sue indagini, arrivando a scoprire che Horton non è chi dice di essere, raccontando ogni progresso alla sorellina Zoe. Zoe naturalmente non collabora alle indagini: ha il preciso scopo di far riflettere Maddy a voce alta e di farla parlare… con noi, mostrandoci come riesce ad arrivare a scoprire ciò che vuole sapere. La storia di Maddy e quella di Taylor (che vuole infiltrare Curran fra i Sixers e che affrontando il varano ci regala una delle scene più ironiche di Terra Nova) si svolgono parallelamente al piatto forte dell’episodio: la decisione di Josh di rubare un farmaco – o meglio una droga – servendosi della chiave elettronica di sua madre.


Il tutto per accontentare Mira, che in cambio dell’arrivo di Kara con l’undicesimo pellegrinaggio vuole tutte le fiale di Azimeth che Josh riuscirà a rubare. Gli spunti interessanti relativi a tutta questa vicenda sono tre: il dilemma morale di Josh sulle priorità ed i suoi compromessi nel rapporto con i genitori, la comunicazione di Josh con Kara (il futuro non è perso, allora…) e la scoperta da parte di Taylor e Jim che Mira può comunicare con il 2149, cosa che loro invece non riescono a fare.


Così, fra un’avventura e l’altra (non è casuale l’accento sull’indipendenza dei due figli più grandi degli Shannon, che entrano a pieno diritto nella schiera dei personaggi che hanno facoltà di portare avanti la narrazione), le prove richieste dal titolo originale dell’episodio (Proof), ovvero quella della falsa identità di Horton, quella della promessa di Mira, quelle sul furto compiuto da Josh e depistato da Boylan, si alternano al tema dello scambio d’identità e, soprattutto, della scala dei valori che ciascuno di noi si costruisce in base alle proprie priorità. Temi che per il prosieguo della storia passano in secondo piano quando Taylor capisce che dietro il vantaggio tecnologico di Mira c’è suo figlio Lucas…

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.