FOX  

Episodio 9

Ci siamo quasi: manca soltanto un episodio al finale di stagione. FOX ha trasmesso un nuovo episodio dell’epopea aliena di Spielberg. E le sue intenzioni appaiono chiare…

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Ci siamo quasi: manca soltanto un episodio al finale di stagione. FOX ha trasmesso un nuovo episodio dell’epopea aliena di Spielberg. E le sue intenzioni appaiono chiare…

È il momento di affrontare la realtà, per quanto dura o incredibile. Tom Mason viene informato dalla dottoressa Glass della sua scoperta sugli Skitters. Cioè del fatto che gli Skitters… non sono sempre stati Skitters. Così il nostro papà dell’anno deve dividersi fra le preoccupazioni per Ben e gli ordini di Weaver, che non dà proprio il meglio di sé in questa puntata, ricollegandosi al crollo dello scorso episodio. Le ragioni del suo comportamento ci verranno spiegate con l’abuso di farmaci, ma francamente una puntata con Weaver sotto i riflettori mi era bastata. Mi piace di più quando fa il rude comandante e basta. Ma pazienza…

Intanto il conto alla rovescia prosegue: meno due al giorno dell’attacco. Gli screzi fra Tom e Weaver non aiutano, così come la decisione di mettere Tom e Hal di guardia, riservando loro un ruolo chiaramente secondario. In questo episodio gli autori ci fanno capire come le funzioni dei vari personaggi siano ben chiare: l’odiosa Lourdes continua ad infastidire (me, almeno) ma poi si fa portatrice di informazioni utili raccontando di aver dato dei farmaci a Weaver (complimentoni, cara). Ad ogni modo, svolge ancora una volta il compito attribuitole dagli autori, come aveva fatto già con lo zainetto di Eli e la questione di Terry Clayton.
Fervono i preparativi per la grande battaglia. Maggie e Hal vanno in ricognizione. Pope si dà da fare per l’equipaggiamento, dopo la sua scoperta sui proiettili creati con i resti dei Mech. Tutto è molto frenetico… finché si arriva all’insubordinazione (l’ammutinamento del titolo) e Tom finisce disarmato e rinchiuso da Weaver. Prima che venga liberato, finalmente Ben e Rick parlano più apertamente del loro cambiamento (il personaggio di Rick è decisamente troppo enigmatico, per i miei gusti). Si stanno trasformando, evidentemente. E noi sappiamo bene come (mentre loro non sono al corrente delle novità sugli Skitters). Ancora una volta, il nemico arriva dall’interno: dai futuri Skitters (o presunti tali) e da Weaver.



La notizia della probabile morte del colonnello Porter e del fatto che gli altri reggimenti sono dispersi è il fulcro dello scontro fra Tom e Weaver: l’attacco va posticipato, ma il comandante del Secondo Massachusetts non vuole saperne. È pronto ad una missione suicida, portando a compimento la metafora della dittatura contro la democrazia (rappresentata da Weaver/l’esercito contro Tom/i civili). In palestra, alla fine il buon senso prevale e si vota, prendendo una decisione che mantiene la divisione fra combattenti e civili: si va all’attacco, ma Tom resterà con i civili per guidarli e proteggerli.

E quando i guerriglieri si apprestano a partire, Hal decide di andare con loro, regalandoci una delle sequenze più emblematiche di Falling Skies e della sua filosofia. Hal è determinato ad andare e noi ci aspettiamo un drammone famigliare con Tom che arriva a tutto pur di fermarlo. Invece no: niente urla, niente litigi, niente moraleggiamenti tipici da dramma umano. Solo due uomini adulti che espongono due punti di vista opposti e che semplicemente li accettano. Un grande momento, che conferma come in un mare di omaggi e citazioni (il “tutto già visto” di chi non riconosce gli originali) ci siano precisi elementi originali in grado di darci indicazioni sulle intenzioni degli autori.

Così… si parte. All’attacco. Fieri e volenterosi, sebbene con scarsissime probabilità di successo. Naturalmente l’esito della battaglia ci viene riservato per il finale di stagione, in onda lunedì prossimo su FOX. E fino ad allora… Attendiamo.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.