FOX  

La musica - Episodio 3.7

Ecco le performances musicali del settimo episodio, in onda su FOX ogni mercoledì, in contemporanea con gli Usa

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Ecco le performances musicali del settimo episodio, in onda su FOX ogni mercoledì, in contemporanea con gli Usa


Glee: stagione 3 episodio 7 “Le elezioni”
Performances musicali:


Perfect (Pink) – eseguita da Kurt e Blaine
Il primo pezzo della puntata, come tutti quelli che seguiranno, è dedicato a Santana: Kurt e Blaine cantano per lei con lo scopo di aiutarla ad accettarsi, a non temere più i giudizi altrui e soprattutto a recuperare fiducia in se stessa. Grazie alla loro bravura, Kurt e Blaine raggiungono il loro scopo, almeno con il pubblico: la performance è assolutamente convincente… Ma non per Santana, che la prende come un’offesa. È evidente che la prima canzone, a prescindere dagli interpreti, era destinata a farci capire che il percorso di Santana verso la serenità è in salita…


I’m the Only One (Melissa Etheridge) – eseguita da Puck
Anche Puck canta nell’aula prove del Glee Club (costante di questo episodio, con uno scopo ben preciso che vedremo in seguito), accompagnandosi con la chitarra. Rivolge le sue attenzioni a Shelby, cosa che infastidisce molto Quinn e che porterà poi allo sviluppo di una delle sottotrame della puntata: la volontà di Quinn di raccontare della relazione fra Puck e Shelby per farla licenziare.


Girls Just Want To Have Fun (Cindy Lauper) – eseguita da Finn con le Nuove Direzioni
Finn dimostra a Santana anche con una canzone (uno splendido arrangiamento di uno dei pezzi più celebri di Cindy Lauper) ciò che le ha detto: che è importante per lui e che si preoccupa per lei. Al terzo pezzo eseguito nell’aula del Glee Club, cosa piuttosto insolita, è evidente il progetto dietro a questa scelta: nella “normalità” dell’aula contano solo i messaggi. Niente coreografia, niente scenografia, niente costumi. Solo messaggi rivolti a Santana tramite canzoni che parlano di lei, e di tutti noi. Canzoni con testi che raccontano momenti difficili, in cui bisogna fare i conti con le scelte che contano davvero.


Jolene (Dolly Parton) – eseguita da Shannon Beiste
La “canzoncina country” di cui si sente protagonista la Coach Beiste dopo aver perso Cooter a favore di Sue diventa realtà: Shannon Beiste la canta in palestra, raccontando la storia di una competizione amorosa con una donna più bella di lei. Una situazione anche questa volta “universale”, incentrata su un’esperienza che molti di noi possono considerare famigliare. E una canzone che arriva a sottolineare un aspetto inedito del personaggio di Sue: la sua bellezza.

 


I Kissed a Girl (Katy Perry) – eseguita da Santana e Rachel con Le Nuove Direzioni e Le Note Moleste
La solidarietà femminile non si fa attendere quando un bulletto della scuola dà fastidio a Santana. La canzone che Tina aveva usato ai provini per entrare nel Glee Club torna a regalarci la performance più spumeggiante dell’episodio, che segna finalmente anche la presa di coscienza di Santana: non ha alcun motivo di vergognarsi per ciò che prova, anzi. Può cantarlo al mondo intero, affiancata dalle sue amiche (le ragazze delle Nuove Direzioni e delle Note Moleste la accompagnano senza indugi) per una liberatoria esibizione che dona di nuovo serenità a Santana nonostante i momenti difficili vissuti.


Constant Craving (KD Lang) – eseguita da Santana e Shelby con Kurt
Tocca ancora a Santana cominciare a cantare, per ringraziare della solidarietà mostratale dai suoi amici e della forza che ne è derivata. Ancora nell’aula del Glee, costante di questo episodio incentrato su un tema delicato (la scoperta dell’omosessualità in un’adolescente che per la prima volta deve fare i conti con se stessa e con la società che la circonda) affrontato – come sempre – con delicatezza ma anche con onestà. Ma non è solo Santana la protagonista di quest’ultima performance, la mia preferita della puntata: tocca a tutti fare i conti con i desideri più forti, quelli che ti costringono a pensare sempre a ciò che non puoi avere, o a ciò che hai perso. I sogni si infrangono, il coraggio di parlare e di esprimere all’altro i propri sentimenti manca, i desideri si scontrano con una realtà che non lascia loro spazio… Se non nei sogni. Perché come cantava qualcun altro, molto tempo prima dei ragazzi di Glee, “i sogni son desideri chiusi in fondo al cuor”…

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.