FOX  

La musica - Episodio 3.14

L’episodio più drammatico di Glee ci sconvolge con due colpi di scena di quelli che fanno rabbrividire e ti lasciano col fiato sospeso…

0 condivisioni 0 commenti

Share

L’episodio più drammatico di Glee ci sconvolge con due colpi di scena di quelli che fanno rabbrividire e ti lasciano col fiato sospeso…

Glee: stagione 3 episodio 14 “Sto arrivando”
Performances musicali:

Cough Syrup (Young the Giant) – eseguita da Blaine
Il primo brano di questa puntata estremamente drammatica e ricca di colpi di scena (un tentato suicidio, la rivelazione della gravidanza di Sue ed un finale al cardiopalma) arriva da Blaine, arrabbiato (come tutti) per le angherie di Sebastian, sulle immagini di David Karofsky che vede scoperta e derisa dai compagni di squadra la sua omosessualità. Il segreto che aveva costudito con tanta cura, arrivando perfino a prendere di mira Kurt, gli esplode in faccia. Con una violenza tale da spingerlo a tentare di uccidersi. Per la prima volta, Glee affronta il delicatissimo tema del suicidio giovanile. È senza dubbio l’episodio più scioccante della serie visto finora e racconta di come qualunque cosa possa trasformarsi in un dramma (apparentemente) insuperabile… Ma anche di come sia facile trovare un motivo per attaccarsi alla propria vita e al proprio futuro: un sogno, un desiderio, un progetto…



Stand (Lenny Kravitz) – eseguita dagli Usignoli
E poi arriva il momento delle regionali. La prima esibizione è quella degli Usignoli, impegnati a cantare versi di speranza, di incoraggiamento di fronte alle difficoltà. Dedicando, come aveva anticipato Sebastian, l’esibizione a David Karofsky. Non so ancora dire se il pentimento di Sebastian sia sincero, ma ho la certezza che di sincero ci sia l’entusiasmo dei ragazzi del Glee Club per l’esibizione dei loro avversari, davvero molto bravi.

Glad You Came (The Wanted) – eseguita dagli Usignoli
Il secondo pezzo degli Usignoli in gara, che danno veramente il meglio in questa competizione, ci regala un’atmosfera più leggera, sebbene il testo si concentri comunque su messaggi di un certo peso, come ad esempio l’importanza – nella vita – del “qui e ora”.

Fly/I Believe I Can Fly (Nick Minaj feat. Rihanna/R. Kelly) – eseguito da Le Nuove Direzioni
Saltando la performance de I calici d’oro, con tutt’altra atmosfera, arriviamo finalmente all’entrata in scena delle Nuove Direzioni, preceduta dall’annuncio dell’imminente matrimonio di Finn e Rachel. E la voce di Rachel, perfetta come sempre, fa da apripista ad un’esibizione corale che armonizza tante voci diverse e fa spazio da solisti a tutti, in modo sempre equilibrato (molto più di quanto fanno gli Usignoli, ad esempio) con un’ottima coreografia. E un medley (sono sempre i pezzi più riusciti, per i ragazzi del Glee Club) che miscela efficacemente ritmi ed atmosfere diverse.



What Doesn’t Kill You (Stronger) (Kelly Clarkson) – eseguita da Le note moleste
Il secondo pezzo in gara per Le Nuove Direzioni viene eseguito dalle ragazze de Le note moleste, che come ricorderete si erano riunite al Glee Club. Ragazze protagoniste assolute di un’altra ottima e coinvolgente esibizione a suon di “ciò che non ti uccide ti rende più forte”. Un altro messaggio di speranza ed incoraggiamento di fronte alle avversità.

Here’s To Us (Halestorm) – eseguita da Le Nuove Direzioni
L’arrivo di Rachel, solista in apertura del terzo pezzo, ci regala un inno all’amore, un brindisi alla vita, alla felicità e ai sentimenti. Un inno di augurio per l’imminente matrimonio di Rachel e Finn, per la serie “in alto ai calici!”. Con questa canzone, la competizione è finita. E a vincere sono (meritatamente) Le Nuove Direzioni. Matrimonio in arrivo, dunque. Matrimonio che i genitori dei promessi sposi valutano di impedire con ogni mezzo (finte crisi epilettiche incluse). Matrimonio che sta per compiersi, ma per il quale Rachel temporeggia perché Quinn, la sua damigella d’onore, non si vede. Quinn è in auto, sta arrivando. E per scriverlo in un SMS (“Sto arrivando”, da qui il titolo dell’episodio), si distrae. E la puntata termina con lo schianto che la coinvolge…

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.