FoxLife  

Will & Grace – L’inarrestabile Karen Walker

È disinibita, irriverente, e si adatta ad ogni situazione. Karen Walker ci fa divertire e, in un modo o nell’altro, esce vittoriosa da ogni battaglia

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share



Con me funziona: a volte anche la tv, nel suo piccolo, può risollevare il morale. Qualche serie, e in particolare qualche personaggio, non risolvono i problemi… ma in qualche modo aiutano. Una di queste serie è Will & Grace. E uno di questi personaggi è Karen Walker.


Lo pseudonimo di Anastasia Beaverhausen la rende già un mito. Se aggiungiamo: la facilità con cui “mette in riga” chiunque, il suo rapporto di amore-odio con Rosario, un matrimonio con un uomo… di una certa stazza, che non si vede mai, e la disinvoltura con cui fa passare la passione per l’alcool come uno sport dell’alta società, allora abbiamo il quadro completo.


Solo Karen, dopo un galante bacio sul palmo della mano ricevuto da Andy Garcia, può dire: «Tesoro, hai appena preso due delle mie anfetamine». Solo Karen può ritrovarsi a lottare sul proprio yatch con l’amante inglese del defunto marito mentre cerca di spargerne le ceneri. Solo Karen può farsi assumere da Grace e farle un assegno per scusarsi ogni volta che arriva in ritardo.


Karen, magistralmente interpretata da Megan Mullally – che grazie a questo personaggio ha vinto diversi premi, fra cui due Emmy – vive in un mondo tutto suo. Un mondo con delle regole… elastiche, diciamo, che Karen adatta alle situazioni come meglio le aggrada. Ricca (e un po’ snob),  Karen spesso si serve del denaro per “comprare” la soluzione ai suoi problemi. E non se ne vergogna affatto, anzi.
Così come non si vergogna mai, di nulla: difficile sorprenderla in una situazione imbarazzante… E vederla provare imbarazzo. Karen è sicura di sé, determinata e pronta a tutto. Se fosse stata la protagonista di un telefilm degli anni ’80, probabilmente l’avremmo trovata al posto di MacGyver… Con l’aggiunta di una fiaschetta di whisky, s’intende.


Bella, sensuale, disinibita e – anche se non sembra – priva di pregiudizi, Karen ama giocare sul suo sentirsi superiore, prendendo in giro gli altri ma mostrando sempre grande generosità e comprensione. Talvolta distribuisce inattese perle di saggezza che ci fanno capire come, in fondo, si tratti di un personaggio “normale”, a cui sono state attribuite una serie di eccentriche piccole e grandi manie, che fanno di questa donna una vera e propria icona della comicità del Nuovo Millennio.


Chiara Poli

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.