FoxLife  

Will & Grace – Sono Jack!

Non ci sono uomini etero, solo uomini che non hanno incontrato Jack!

0 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share



Nemmeno a immaginarselo potrebbe essere così, eppure esiste: egocentrico e vanitoso, superficiale e cinico, amante di tutto ciò che è queer e con un senso dell’umorismo sarcastico e piccante, questo è Jack. È il migliore amico di Will, da quando si sono conosciuti al college (Jack è stato al college? Ma no, era solo a caccia di ragazzi carini nei campi sportivi…) e ha aiutato Will a comprendere la sua omosessualità (e non ci può essere guida migliore nel mondo dei gay che Jack). Tra i due c’è una grande amicizia, ma generalmente Will deve far fronte, soprattutto economicamente, alle stramberie di Jack. Per questo Will ringrazia il suo commercialista, che riesce a fargli scaricare Jack come spesa di rappresentanza.



“Costo un po’ ma ne valgo la pena!”



Jack
non ha un vero lavoro, perché mai limitare i suoi molteplici talenti a una sola professione? Sicuramente è un uomo di spettacolo, naturalmente predisposto per vivere su un palcoscenico. Nel corso della serie lo vediamo cimentarsi in diversi show. È stato attore, e subito è progredito fino a diventare insegnante di recitazione; è stato anche autore di pièce teatrali, nonché membro del coro gay di NY. Jack sa fare tutto, è bravo in tutto, o così almeno sostiene lui, sempre convinto di essere in ogni caso nel giusto e con la predisposizione a guardare dall’alto in basso. Questo lo unisce all’aristocratica Karen: i due diventano una perfida coppia, una mitraglia di battute ciniche, un duetto capace di godersi veramente la vita (vi raccomandiamo i party intimi di Karen e Jack a casa di lei, a base di champagne e canzoni di Cher). Jack si affeziona così tanto a Karen da accettare (in cambio di una ricompensa, ovvio) di sposare Rosario, la cameriera, per farle avere il permesso di soggiorno.



“Non posso credere di avere trent’anni. Sai quanto è in anni gay?!”

Del resto Jack non ha paura delle etichette, perché lui è fantastico essendo semplicemente sé stesso. Così come si presenta nel suo spettacolo, dicendo semplicemente: “Sono Jack!”. Nel corso della serie scopriamo che sua madre non sapeva che fosse gay (“Ma è cieca?”, chiede Karen), ma poi ne è sollevata quando finalmente Jack glielo confessa. Inoltre Jack è padre: il seme che una volta ha donato a una clinica della fertilità ha dato i suoi frutti, anche se non con una paziente, poiché è stato rubato dall’infermiera lesbica della clinica, che è la co-genitrice di Eliott, il figlio di Jack.
Insomma con lui se ne vedono delle belle, anche perché Jack è spudorato e la sua scalata verso il successo lo porta anche a incontrare il suo mito: Cher. Anche se sulle prime Jack la scambia per un travestito, dicendole che lui sa interpretare Cher molto meglio!



“Il sesso è una droga, Karen. Io lo so, sono uno spacciatore autorizzato”

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.