FoxCrime  

C.S.I: Addio, Sara

La storia d’amore più attesa e sofferta dell’ultimo decennio si è conclusa, e non con un lieto fine: non si soffriva così dai tempi di Mulder e Scully

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

La storia d’amore più attesa e sofferta dell’ultimo decennio si è conclusa, e non con un lieto fine: non si soffriva così dai tempi di Mulder e Scully!!!

Ci hanno tenuti inchiodati allo schermo per otto stagioni, ci hanno fatto sognare, abbiamo sperato in tanti che questa storia nascesse…ma ora è tutto finito, e la cosa peggiore è che l’amore tra loro non si è spezzato, ma l’urgenza di mettere a tacere gli “scheletri nell’armadio” di Sara l’ha costretta a scappare via il più lontano possibile, non senza rimpianto e non senza la consapevolezza di lasciare il grande amore della sua vita.

E pensare che l’unico bacio che ci hanno concesso in questi anni è stato quello che ha decretato il loro addio. Sara Sidle e Gil Grissom sono due persone molto introverse, che hanno dedicato la loro vita al lavoro, tanto da identificarcisi. Si amano da sempre, ma il loro rigido raziocinio li ha fatti stare lontani l’uno dall’altro per sei lunghissimi anni, finché un giorno vediamo Sara che si spazzola i capelli in vestaglia, nella camera di Grissom: sono due minuti che hanno fatto saltare il cuore a tutti i fans accaniti che hanno gridato: finalmente!
Gli sceneggiatori ci hanno regalato pochissimi momenti di intimità tra loro: una carezza, un caffè, loro due in pigiama nella stessa stanza o lei che gli fa la barba, tutto qui.

Finché un giorno Gil chiede a Sara di sposarlo, senza tante cerimonie, mentre controllano una colonia di api; lei risponde “si, facciamolo”. Niente tramonti, niente anello, niente musica di sottofondo (ma da loro non ce lo aspettiamo, in fondo). In quel momento noi pensiamo che il peggio è passato, che le loro barriere emotive si sono del tutto infrante, che ormai non c’è più niente da temere.
Grissom è visibilmente più rilassato, ma Sara invece è inquieta e l’essere stata in fin di vita le apre una porta nell’animo che da troppo tempo teneva chiusa, non riesce più a gestire l’orrore quotidiano.

Così, dopo un bacio improvviso al suo amato, nei corridoi della Scientifica, Sara se ne va e non si volta più indietro… una lettera appassionata lasciata alla reception per Grissom… e il resto della vita lontano da lì.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.