FoxCrime  

Speciale C.S.I. – Da grande voglio fare lo showrunner! Parte II

Carol Mendelsohn è una produttrice esecutiva di successo.

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share



Carol Mendelsohn è una
produttrice esecutiva di successo. Ha lavorato in tutte e tre le serie di C.S.I.. Ha contribuito a creare C.S.I.: Miami e C.S.I.: New York. È ancora oggi la Showrunner di C.S.I. Las Vegas.
Il suo apporto è stato determinante per il successo della serie. Serie che lei adora profondamente: “
Realizzare CSI è una sfida costante. Settimana dopo settimana dobbiamo far evolvere lo show sia dal punto di vista tecnico che da quello artistico”.


La Mendelsohn è originaria di Chicago. Figlia di un avvocato, dapprima segue le orme paterne e, dopo la laurea, compie il suo praticantato nella sede di Washington  D.C. di un importante studio legale. Il suo cammino sembra tracciato; ma Carol ha un sogno.
Ama la tv e vuole divenire una sceneggiatrice. Si iscrive ad un corso dell’American Film Institute. Legge tutti i manuali che trova. Scrive un copione e grazie a un amico del padre riesce a farlo arrivare ad uno studio televisivo. La reazione è positiva e, anche se non ottiene un lavoro, Carol si trasferisce a Los Angeles piena di speranze. Lì continua a scrivere e finalmente inizia a lavorare come freelance a Saranno Famosi. Poi entra nello staff di Stephen J. Cannell e scrive per alcune delle sue serie poliziesche (21 Jump Street, Hardcastle & McCormick).
È lì che impara davvero il mestiere; ama le storie d’azione e comprende il valore del lavoro di gruppo. Pian piano riesce a divenire producer e passa alle soap opera. È produttrice e sceneggiatrice di Melrose Place dal ’94 al ‘99.


Ma alle soglie del Duemila è stufa: ha voglia di cambiare. Scrive un copione per un pilot. Lo presenta alla CBS, che lo apprezza; ma non lo vuole realizzare. Il network le offre lo stesso un lavoro. Devono produrre il pilota di una nuova serie tv. Anthony Zuiker, il suo creatore, non ha alcuna esperienza televisiva. Le offrono di condividere con lui il ruolo di Showrunner. La serie è C.S.I..


La Mendelsohn accetta, ma ha poco tempo per compiere il lavoro. Lo produzione è già in ritardo per la consegna. Come prima cosa, deve mettere insieme lo staff degli scrittori. Ma è difficile, lo show è un police procedural dalla struttura molto complicata; oltre alle indagini, i copioni contengono una dose impressionante di nozioni scientifiche. Ci sono ben cinque consulenti tecnici e loro devono stare attenti a come inserire i loro suggerimenti. Non possono rischiare che lo spettatore si annoi.
E poi ci sono quelle strane scene con i proiettili che perforano la carne e gli organi… Nessuno di loro ha idea di come si possano rendere. Per fortuna a questo ci pensa la sua vicina di casa: Ann Donahue!


Appuntamento con lo speciale parte III: Ann Donahue

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.