FoxCrime  

Speciale C.S.I. – Da grande voglio fare lo showrunner! Parte III

Ann Donahue

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share



Ann Donahue non ha mai voluto lavorare in tv. Il suo sogno era scrivere film o al massimo dei libri. Ma all’inizio della sua vita non fa nemmeno questo. Lascia l’università, si sposa (con un giocatore di baseball) e si trasferisce a Los Angeles. Poco tempo dopo divorzia. Il pomeriggio lavora come segretaria in uno studio legale e la mattina inizia a scrivere commedie teatrali. Gli avvocati, i clienti e tutti quelli che passano per lo studio sono per lei fonte d’ispirazione. È all’ultimo gradino della scala sociale dello studio; prepara il caffé, batte a macchina e così via.


Un giorno una delle sue commedie è rappresentata a Santa Monica. Il dirigente di un Network la apprezza e le offre di lavorare in tv.
Ann accetta volentieri, inizia con i Tv Movie, ma nel giro di poco tempo passa alle serie (la prima è China Beach). Le preferisce, perché le permettono di rimanere più tempo con i suoi personaggi, di esplorarne le sfaccettature. Il suo talento viene presto notato ed entra nello staff di 21 Jump Street.
Poi vince un Emmy per La famiglia Brock. Lavora anche per altre serie (Murder One è forse la più famosa).


All’inizio del Duemila viene a sapere del progetto C.S.I.. Chiede al suo agente se può ottenere un colloquio con lo Showrunner. Carol Mendelsohn accetta, la conosce di fama, la vuole vedere, ma purtroppo deve lasciare la città la mattina dopo. Le chiede se per caso può recarsi da lei. Le due scoprono d’essere vicine di casa (abitano a due porte di distanza), s’incontrano ed è amore a prima vista. Anche se hanno stili di scrittura diversi, la pensano allo stesso modo su quasi tutto.


La Donahue ottiene il lavoro. Il secondo giorno consegna alla Mendelsohn una pagina con le linee guida da utilizzare per quelli che passeranno alla storia come i CSI Shots.
Il team lavora alla grande e la serie ha un successo incredibile. Nel giro di tre anni, la CBS chiede al terzetto (Zuiker, Mendelsohn e Donahue) di scegliere una città per uno spin off. Decidono per Miami e all’inizio scrivono per tutte e due le serie. Hanno paura che dividendosi indebolirebbero una delle due. Un po’ di tempo dopo capiscono che non possono andare avanti così.


Ad Ann viene offerto il posto di Showrunner che ancora oggi ricopre, su C.S.I. Miami. Ora ammette di preferire quest’ultima. Le piace che ci sia più azione (adora i distintivi e le pistole), che venga girata perlopiù di giorno e poi è innamorata del suo protagonista: Horatio Caine.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.