FoxCrime  

Criminal Minds: Suspect Behavior – Nuova squadra, nuove star, nuovi casi

Su FoxCrime arriva l’atteso spin-off di Criminal Minds, con un cast tutto nuovo e tanti appassionanti casi

0 condivisioni 0 commenti

Condividi


Su FoxCrime arriva l’atteso spin-off di Criminal Minds, con un cast tutto nuovo e tanti appassionanti casi

Avete presente l’atmosfera di Criminal Minds? Ecco: scordatevela. Perché nello spin-off Criminal Minds: Suspect Behavior, in prima visione su FoxCrime ogni giovedì alle 21.00 dal 19 maggio, l’atmosfera è completamente diversa. La nuova serie era stata introdotta dall’episodio di Criminal Minds in cui Hotch e i suoi lavoravano insieme a Sam Cooper (Forest Whitaker) e la sua squadra per catturare un rapitore di coppie padre-figlia.

Fin da quella prima presentazione del suo personaggio, era apparso chiaro come l’agente Sam Cooper mostrasse un’attitudine alle indagini nettamente diversa da quella di Hotch. Laddove il nostro Aaron Hotcher fa della razionalità il suo marchio di fabbrica, agendo su indicazioni di analisi approfondite e di informazioni certe raccolte con ogni mezzo in suo possesso, Cooper fa dell’istinto il suo marchio di fabbrica. L’emotività del personaggio, rispetto alla (apparente, come sanno i suoi telespettatori) durezza di Hotch, fa di Criminal Minds: Suspect Behavior una serie immediatamente riconoscibile per la differenza d’approccio ai vari casi rispetto alla serie originale. Cosa certamente auspicabile: replicare il grandissimo successo di Criminal Minds sarebbe stato impossibile. Così, come accade in molti altri casi, prendere una strada in qualche modo “personale” e diversa dall’originale è l’unica possibilità.


Così, scordiamoci le atmosfere luminose ed “ordinate” (ma non fredde) degli uffici di Aaron Hotcher e della sua squadra ed immergiamoci nella fotografia che punta tutto sulla penombra e sulla tensione sempre presente per le gesta della Red Cell, la squadra guidata da Sam Cooper e specializzata in crimini particolarmente efferati. Che spesso vengono risolti con metodi innovativi… Sam Cooper segue l’istinto, si trova molto più spesso di Hotch ad usare la “forza” nel senso che l’azione, per quanto riguarda questo spin-off, spesso arriva a superare il pensiero, ovvero l’analisi. Sam è una guida appassionata per la sua squadra, formata da una serie di elementi apparentemente molto “slegati” ma in grado di contribuire, ciascuno a suo modo, alla perfetta riuscita del team.


Jonathan Simms (Michael Kelly, Changeling, Unbreakable), detto “il profeta”, è un ex poliziotto che è stato condannato per aver ucciso un criminale e cerca in ogni modo di lasciarsi il passato alle spalle; Gina LaSalle (Beau Garrett, Tron: Legacy, Un amore di testimone) è la bionda apparentemente fragile, ma in realtà determinata, che ha il dono di immedesimarsi nella mente dei serial killers, contribuendo in modo determinante alle indagini della squadra; Mick Rawson (Matt Ryan, The Pusher, Collision) faceva parte delle Forze Speciali inglesi, è un cecchino infallibile ed un agente molto determinato e sicuro di sé e dei suoi metodi; Beth Griffith (Jeaneane Garofalo, 24, Dogma, The West Wing), infine, non ha peli sulla lingua ed è tanto sicura quanto dotata dei mezzi necessari per combattere i criminali più pericolosi. Questa è la nuova squadra della BAU, l’unità di analisi di scienza comportamentale, in arrivo su FoxCrime dal 19 maggio. Siete tutti pronti per fare la loro conoscenza? E siete pronti per giocare e vincere con The Profiler Game, il gioco in cui potete diventare profiler ed individuare il reperto chiave che apparirà durante l’episodio di Criminal Minds: Suspect Behavior? Buon divertimento e buona fortuna!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.