FoxCrime  

Dexter – Rita e i “bravi ragazzi”

Scopriamo insieme le caratteristiche di Rita, uno dei personaggi più complessi ed interessanti che affiancano Dexter nella serie in onda su FoxCrime

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Vediamo un po’… Come ce la presenta Dexter? Più o meno così: «Rita è perfetta perché, a suo modo, è disturbata quanto me». Una definizione che ai profani potrebbe sembrare poco lusinghiera, ma una frase così, pronunciata dal “killer dei serial killer” è un complimento bello e buono. Dexter afferma di essere costretto a fingere di provare dei sentimenti da tutta la vita. Recita affinché tutti credano che anche lui è come tutti gli altri. E alla sua età, se non avesse una fidanzata, potrebbe suscitare la curiosità di qualcuno…Rita Bennett, quindi, viene “scelta” per ovviare a questo problema. E la scelta di Dexter, come per ogni dettaglio della sua vita, è molto accurata.

 

Rita (la bravissima Julie Benz, Darla in Buffy e Angel) è reduce da un matrimonio disastroso: l’ex marito Paul picchiava lei e i suoi due adorabili bambini, Astor e Cody. Paul finisce in prigione per la violenza perpetrata ai danni di Rita, che finalmente pensa di essere libera e di poter ricominciare tutto daccapo… Per poi rendersi conto che anni di abusi e violenze non si cancellano facilmente. Ecco perché, quando inizia a frequentare Dexter, Rita non mostra alcun interesse per il sesso o l’intimità. Dexter le piace perché lo trova rassicurante (cara Rita, la scelta degli uomini non è proprio il tuo forte eh?) e perché intuisce fin dal primo momento che non è interessato ad una relazione “troppo” intima.

 

I primi mesi del rapporto fra Dexter e Rita trascorrono così: con lui che finge di essere “normale” e si dimostra premuroso con i bambini, e lei che fa di tutto per vedere solo gli aspetti positivi di Dexter, tralasciando di proposito ogni possibile ombra che possa farla dubitare della sua scelta. Come si dice? Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire… Ecco: Rita è un po’ così. Poi, però, succede qualcosa. Paul esce di prigione. Vuole trascorrere del tempo con i suoi figli, non gli piace che Dexter frequenti “sua moglie” ed è chiaramente intenzionato – sebbene cerchi di dissimulare il suo vero scopo – a ricostruire la sua “perfetta” famiglia. Per tornare ai bei vecchi tempi…

 

Rita, che nel frattempo ha acquisito maggiore sicurezza in se stessa ma non è ancora pronta per affrontare Paul vis à vis, torna a vivere nel terrore. L’intervento dei servizi sociali (per la supervisione alle visite di Paul ai bambini) e la costante presenza di Dexter, però, poco alla volta le fanno acquisire fiducia. Così, finalmente, Rita si oppone al volere di Paul. Gli dice che se non rispetterà le regole non vedrà più i suoi figli. Gli dice che se non si comporterà bene, lei lo rimanderà in prigione. Lo minaccia, insomma. E al tempo stesso si “scioglie” con Dexter, coinvolgendo l’insospettabile serial killer in un rapporto che prevede anche una buona dose di intimità.

 

Rita, dai primi episodi alla seconda metà della stagione, si evolve in maniera sorprendente. Diventa più risoluta, prende delle decisioni importanti, sembra finalmente in grado di vedere se stessa come una persona completa ed indipendente, anziché come la “appendice” di un uomo. È un personaggio sorprendente: è come assistere “in diretta” alla guarigione di un personaggio malato, debole, non autonomo. Poi, Paul tenta nuovamente di abusare di lei, costringendola a difendersi come può e a fuggire insieme ai suoi figli. L’incubo è ricominciato, e non è una sorpresa: fin dal primo momento intuiamo che Paul non è sincero. E rimaniamo in attesa di vedere quando (non “se”: “quando”) tornerà il mostro che era una volta.

 

Paul non delude le nostre aspettative. Il “problema” che ne deriva viene risolto come sapete (se avete già visto la prima stagione di Dexter su FoxCrime). E Rita si trasforma di nuovo. Diventa una donna “normale”. Una donna che confida al proprio compagno di sentirsi fortunata per averlo incontrato. Una donna che, con il cuore in mano, confessa a Dexter la felicità di aver trovato “una brava persona” dopo tanti anni accanto ad un mostro. Una donna la cui reazione di fronte alla vera identità di Dexter, a questo punto, è imprevedibile. Cosa dite: pensate che Rita scoprirà la verità sulla “brava persona” che ha accanto? E se sì, come reagirà? Probabilmente con un’altra trasformazione…

 

Chiara Poli

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.