FOX  

Episodio 5.12: Fino all’ultima goccia (Finale di stagione)

Il finale della quinta stagione è arrivato. E ci garantisce che niente sarà più come prima...

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Già il titolo non prometteva nulla di buono (né in italiano, né in versione originale). Comunque si provasse a girare la frittata, si prospettava qualcosa di sconvolgente per questo quinto finale di stagione. Ma da qui a prevedere tutto quello che sarebbe successo nell’episodio trasmesso in prima visione ieri sera da FOX, ce ne passava!


Tanto per cominciare: nessun massacro di fate, nessuno scontro epico destinato a lasciare senza forza i nostri eroi per combattere Russell. Eravamo in attesa di una super-battaglia (“massacro in vista”, scrivevamo la settimana scorsa) e invece siamo stati spiazzati dagli autori. Per l’ennesima volta.


Invece di una battaglia con grande spiegamento di forze ci siamo trovati di fronte solo l’arrivo di Eric al momento opportuno e la distruzione di quello che aveva appena finito di definire “il vampiro più potente” insieme a Warlow. Russell Edgington, incubo di umani, vampiri, licantropi, fate e telespettatori tanto a lungo, esplode come un fuoco d’artificio fra suoni, luci e... ehm... Carne, sangue e interiora varie. Che dire? Io adoro True Blood proprio perché non fa che sorprendermi. Come con la caccia alla mosca (alias Sam) di Bill: gran sequenza. Nel corso di questa ultima puntata gli eventi procedono velocemente. Jason ha le visioni (dei suoi genitori), Bill dà i numeri, Sookie accetta di tornare nel covo dell’Autorità per salvare Jessica e magari anche Bill. Ammesso che a questo punto, dopo tutto quello che ha fatto, sia recuperabile.



Non paghi di tutto ciò, siccome le disgrazie non vengono mai sole, ci ritroviamo Jason in versione action man, licantropi in overdose da V e lo stesso Alcide costretto ad assumere del sangue di vampiro per combattere ad armi pari con J.D. Il V diventa una sorta di pozione di Asterix che fortifica in caso di estrema necessità. Con l’effetto collaterale della dipendenza, naturalmente. E senza alcuna esenzione in stile Obelix.


E ancora: Maurella è in procinto di partorire, Sam e Luna si ritrovano intrappolati e alla ricerca di un piano per liberare Emma... Un piano che prevede l’assumere le fattezze di Steve Newlin mentre Maurella procede con un bel parto plurigemellare (prontamente appioppato a papà Andy) sul tavolo da biliardo del Merlotte’s. Signore e signori, dite pure di True Blood ciò che volete, ma la noia qui non è proprio di casa! 


Il ritmo continua a salire e si arriva al rush finale: Luna ha breve accesso alla tv in diretta, Sam uccide Rosalyn, Eric porta Sookie e gli altri al rifugio. Ah, e lo sviluppo sentimentale fra Tara e Pam non mi è garbato proprio per niente, perché significa che Tara non ce la leveremo più di torno! Non la reggevo quand’era umana, l’ho sopportata a fatica da vampira e francamente avrei gradito una sua uscita di scena, o almeno un ruolo molto più secondario di così. Ma un legame con Pam non depone certo a mio favore, in questo senso! Avrò modo di lamentarmi copiosamente della sua presenza nella prossima stagione, immagino. Per ora torniamo a noi: dopo essersi bevuta tutto il sangue di Lilith, ovviamente Salome ci resta secca. Più che altro perché Bill l’ha sostituito con sangue riempito d’argento... E la guarda soffrire mentre muore, insultandola e deridendola (santi numi, è diventato proprio cattivo!) giusto un attimo prima di impalettarla. 


A quanto pare il vecchio Bill Compton non esiste più. Stanco della paura e del rimorso, stanco di doversi sentire braccato, responsabile e dannato, ha pensato bene di passare al lato oscuro. Ed è pronto a bersi tutto il (vero) sangue di Lilith e a restarci secco anche lui. O meglio: a trasformarsi in una poltiglia di vampiro che dà forma a una nuova creatura, come succede a Lilith (che emerge dal sangue)...


Ne abbiamo viste delle belle in questa stagione. Ma a quanto pare ne vedremo perfino di migliori fra un anno!

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.