FOX  

Episodio 1.11: Segreti e incomprensioni

La resa dei conti è in arrivo: ammutinamento, spie, tentati omicidi... Di tutto e di più nell’episodio di ieri sera

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Dunque, deve eravamo rimasti? Con la programmazione ballerina causata dalle improvvise sospensioni (e ritorni con brevissimo annuncio) degli episodi su ABC, la messa in onda in contemporanea è una disciplina difficile. Ma in FOX sanno il fatto loro, quindi con la replica dell’episodio 10 la settimana scorsa è stato facile immergersi di nuovo nell’atmosfera. Dove eravamo? Facile: all’esplosione del furgone in cui c’era Christine. Un’esplosione avvenuta sotto gli occhi di Sam, che ora cerca il modo e soprattutto la ragione per andare avanti. A quanto pare in questo gli sarà utile Sophie, che come sappiamo è fortemente attratta da lui, da tempo. Ma al momento, benché consapevole del fatto che esista qualcosa fra loro, Sam non è pronto per affrontarlo. 


E poi c’è ben altro a cui prestare attenzione: Chaplin e Grace devono gestire l’arrivo della nave cinese con i rifornimenti e il relativo blocco navale. Mentre la nostra spia doppiogiochista, Cortez, nriceve l’ordine di uccidere subito Chaplin... Che al momento è intento a cercare di aiutare Sam ad affrontare la perdita di sua moglie, finendo per sollevarlo dall’incarico (a fin di bene, s’intende). La situazione è parecchio complicata, su tutti i fronti. Anche a Washington, dove Kylie cerca di convincere alti vertici governativi e militari che i Navy Seal hanno falsificato le prove per giustificare l’attacco al Pakistan, a quanto pare su ordine diretto del Presidente. Il piano, quindi, è arrestare il Presidente e il suo vice. Il tempo stringe e imminenti cambiamenti sono nell’aria. Per questo gli sceneggiatori si concentrano sulla missione di Cortez e sulle confidenze che Chaplin le fa riguardo al suo passato, alla morte della moglie, alla famiglia, alla scelta di essere fedele alla Marina.



Intanto Serrat scopre che Sophie gli ha mentito sulle analisi del terreno, ma invece di punirla le offre di andare a vivere con lui. Le confessa che lei è il suo punto debole, che non pretende il suo amore in cambio, ma la vuole come partner per prendersi cura dell’isola... Nella speranza che un domani i suoi sentimenti per lui possano cambiare. Ma guarda un po’: il cattivone dell’isola ha un cuore. Lo avevamo intuito da tempo, dall’atteggiamento che aveva dimostrato nei confronti di Sophie, ma la conferma arriva in questo momento perché è necessaria. Perché la situazione è sempre più drammatica, la fine si avvicina e tutto viene esplicitato. Come il complotto degli uomini di Chaplin per ammutinarsi, col benestare (ma è davvero così?) del nostromo e con la conseguente caccia a Sam, che li ha sentiti.


Dall’inizio della crisi (e della serie), i tempi per Chaplin non sono mai stati così duri. Nè per lui, né per Sam. Il carico da mille è stato piazzato, per tutti i protagonisti. Ora bisogna solo arrivare alla fine della puntata per vedere come si evolverà ogni situazione. Siamo certi che ci saranno interessanti sviluppi... E infatti King interviene a depotenziare il missile che Chaplin intende lanciare contro la Marina degli Stati Uniti. Il nostromo cerca di convincere Sam che Chaplin sta sbagliando e alla fine i due si accordano: entrambi terranno d’occhio gli aspiranti ammutinati. A Washington invece ci scappa il morto. Sull’isola Cortez si prepara per portare a termine il suo incarico ma Chaplin la anticipa, la convince a lasciar perdere e addirittura a confessare il suo passato con la CIA. A quanto pare, con un uomo come Chaplin alla fine tutti finisco (o tornano) dalla sua parte. Come Sam... 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.