FOX

Episodio 2.6: Le origini del male

In quello che finora sembra essere il migliore episodio della stagione, cambiano gli equilibri e il potere viene ridistribuito...

0 condivisioni 0 commenti

Condividi


E di nuovo, colpo di scena: si torna ai giorni nostri. Alla strage che il vero serial killer di Briarcliff ha compiuto ai danni dei suoi imitatori, costringendo la polizia (e noi) ad assistere ad un macabro e scenografico ritrovamento. Ma la scena iniziale ha un solo, vero scopo: farci riconoscere la voce del dottor Thredson (o simili...), che dalla scorsa puntata sappiamo essere il mostro dei cui delitti è stato accusato Kit Walker. E mentre a Briarcliff si presenta una madre disperata, chiedendo a Sorella Jude di occuparsi della sua bambina Jenny, che è malvagia, noi abbiamo una certezza: Zachary Quinto (come dimostra il suo passato con Heroes) non ha rivali nell’interpretare un assassino. Psicopatico, preferibilmente.


Il racconto della sua ossessione è spaventoso, uno dei momenti più spaventosi dell’intera serie. Ma anche la conferma dell’identità del dottor Arden, che è realmente il criminale nazista Hans Gruper, non è una passeggiata. Aggiungiamo l’incontro di Sorella Jude con Jenny, l’arrivo del Monsignore all’ospedale in cui è stata portata Shelley (o quel che ne resta) e senza alcun dubbio possiamo usare “inquietante” come parola d’ordine per questa puntata. Anche “disturbante” rende abbastanza l’idea. 


Un criminale di guerra e un prete cattolico uniti nell’intento criminale di sottoporre pazienti senza difesa a indicibili torture in nome di cosa? Di una scienza che non esiste... 


Così il nostro Monsignore uccide Shelley e affronta Arden, facendoci assistere alla sua paranoia (tema ricorrente) e al suo delirio di onnipotenza. Niente, però, al confronto del dialogo fra Mary Eunice e Jenny: un’alleanza diabolica raccontata pacatamente, quasi sottovoce, mentre Sorella Jude sta per essere rimossa dal suo incarico... 


Per me, questo è il migliore e episodio della stagione finora. 


Anche grazie all’intervento di Mary Eunice, che prende il controllo della situazione, e grazie al... ritorno al futuro. Con la conversazione fra Thredson e il detective della polizia, che dimostra ancora una volta la qualità della scrittura e delle interpretazioni di American Horror Story: Asylum


Così, le aspettative per i prossimi episodi (a partire dall’anteprima di quello della settimana prossima, che potete vedere qui sotto), sono sempre più alte...


Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.