FOX  

Ecco di cosa si tratta e perché non potete perdervela

Il 4 novembre debutta in prima assoluta The Americans, la serie-capolavoro che racconta la storia di due spie russe infiltrate negli Stati Uniti

0 condivisioni 0 commenti

Share




Vi aspettate di conoscere una famigliola alla True Lies? Non potreste essere più lontani dalla realtà. The Americans, la serie di FX in arrivo in prima assoluta su FOX dal 4 novembre, racconta la storia di una coppia di spie russe che vivono in America. Siamo negli anni ’80 (perfettamente ricostruiti: dall’abbigliamento all’arredamento, dalla fotografia alla splendida colonna sonora). Siamo in piena Guerra Fredda. E con la Guerra Fredda non si scherza.


Lo sanno bene gli autori di The Americans, che ci regalano una serie dura, fortemente drammatica, a volte spietata. Una serie che fonda tutto sul rapporto fra Elizabeth e Philip Jennings, agenti russi sotto copertura che vivono da quasi vent’anni un finto (ma anche vero) matrimonio, con tanto di adorabili figli made in Usa che la madre vorrebbe vedere socialisti. Perché Elizabeth (la ex Felicity Keri Russell) e Philip (il Matthew Rhys di Brothers & Sisters) la vedono in maniera diversa: lei non tradirebbe mai il suo Paese e la sua missione. Mai. Lui, invece, è evidentemente affascinato dallo stile di vita americano, gli piace la sua vita “finta” e vorrebbe trasformarla in una vita vera.



Così ci ritroviamo con una coppia di spie, una pronta a “tradire” e l’altra determinata a servire la patria a qualunque costo, con un vicino di casa del controspionaggio americano, con due figli cresciuti come “veri” americani che non potrebbero mai sopportare la verità sul matrimonio dei loro genitori, con un passato duro e pieno di dolore che la missione sotto copertura vuole sia taciuto e con una storia ricca di colpi di scena. Il clima della Guerra Fredda non era mai stato restituito così fedelmente in tv, prima d’ora.


Tutti sospettano di tutti. Basta una mossa falsa a compromettere il lavoro di una vita, per entrambi gli schieramenti. E l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. Impossibile non associare il clima teso e sospettoso di The Americans a quello che ha contribuito a fare la fortuna di Homeland. Siamo in due periodi storici diversi, certo, con minacce e paure diverse, ma il punto è sempre quello: quanto sei disposto a fare per proteggere il tuo Paese?

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.