FOX  

Episodio 4.6: L’esca

Hanno “ucciso” tua figlia, ti hanno strappato un occhio, la donna che amavi e il tuo unico vero amico ti hanno tradito, il mondo che avevi costruito con tanta fatica è stato distrutto.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi


Hanno “ucciso” tua figlia, ti hanno strappato un occhio, la donna che amavi e il tuo unico vero amico ti hanno tradito, il mondo che avevi costruito con tanta fatica è stato distrutto. Ti hanno portato via tutto financo il nome e la dignità, perché se un Governatore non ha chi governare, non è nessuno.


Adesso sei solo. Attorno a te tutto è desolazione e nonostante tu sia ancora vivo, sei solo uno dei tanti morti che camminano per la strada.


Poi, dopo tanto vagare, trovi qualcuno. Un uomo, le sue due figlie e una bambina che ti scambia per suo padre. Ma risvegliarsi dal torpore non è facile. Per adesso non hai nemmeno la forza di guardare l’immagine che riflette lo specchio e forse il Governatore è definitivamente morto. Tu sei un Brian Heriot qualunque e ciò che resta di te lo racconta solo una vecchia foto.


Alla fine però il sangue ricomincia a scorrere nelle vene. Il tuo volto riprende le fattezze di un tempo e la bambina che cercava un padre forse l’ha trovato. Anche l’uomo che sei stato comincia a riaffiorare grazie ad una partita a scacchi; adesso ti ricordi che le pedine possono essere sacrificate. L’importante è che si salvi il Re.


Sei pronto a ricominciare, hai di nuovo qualcuno da proteggere, un’altra figlia (e forse una famiglia) da amare.


Sono molto contento. Il Governatore è tornato. Tra i personaggi di TWD è uno di quelli che preferisco. Perché è un perfetto alterego oscuro di Rick, perché è ricchissimo di sfumature e perché più lo si conosce, più è difficile prevedere la sua prossima mossa. Adesso lo vedo in bilico tra vendetta e redenzione, e se non fosse per l’incontro fortuito con Caesar (e l’apparizione accanto al carcere settimana scorsa) penserei che per lui è stata tracciata un’altra strada.


In ogni caso, al momento voglio dargli un’opportunità. E voi?


Paolo P.

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.