FoxCrime  

Unforgettable – Quando i ricordi sono sempre indimenticabili

Su FoxCrime arriva in prima visione assoluta la serie in cui una detective della omicidi con un disturbo della memoria cerca la verità su un caso del passato…

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share



Su FoxCrime arriva in prima visione assoluta la serie in cui una detective della omicidi con un disturbo della memoria cerca la verità su un caso del passato…

Io ho avuto più di un valido motivo per accostarmi con entusiasmo ad Unforgettable, la serie in prima visione su FoxCrime ogni mercoledì alle 21.00 dal 1° febbraio. Innanzitutto la mia ammirazione per Poppy Montgomery (Senza traccia), alla quale avevo dedicato questo articolo con la volontà di farvi conoscere la donna, oltre che l’attrice. E poi il grande fascino esercitato dalla memoria, tema sempre attualissimo e di grande impatto emotivo. Sui problemi della memoria a breve termine, Christhoper e Jonathan Nolan hanno costruito quel capolavoro di Memento.


La memoria è stata protagonista di tante storie indimenticabili (appunto…) come quelle di Se mi lasci ti cancello, Amateur, 50 volte il primo bacio, Mulholland Drive, The Manchurian Candidate, Samantha Chi?, Sommersby, Life on Mars, Vanilla Sky e della saga dedicata a Jason Bourne. Tanto per citare i primi titoli che mi vengono in mente (appunto…). Ed è protagonista anche di Unforgettable, che ci cattura proprio con una protagonista, interpretata da Poppy Montgoery, affetta da un disturbo della memoria. Carrie Wells, ex detective della polizia, soffre infatti di ipertimesia. In buona sostanza, ricorda tutto alla perfezione, come se scattasse tante foto mentali alle quali può accedere in ogni momento per rivivere tutti i suoi ricordi, concentrandosi anche sui dettagli più invisibili. Peccato che ci sia un solo ricordo che importa, per lei, e che a quel ricordo non abbia accesso.


Quando era piccola, sua sorella venne brutalmente uccisa. Ma Carrie non fu mai in grado di ricordare alcun indizio utile a trovare il colpevole. Nessun aiuto per le indagini che lei stessa, diventando un poliziotto, avrebbe voluto condurre fino a risolvere il mistero che la ossessionava. Ma non c’è mai stato nulla da fare, tanto che Carrie decide di lasciare la polizia perché sa che le sue capacità non servono all’unico obiettivo che le interessa. Ciononostante, quando il caso la porta ad incrociare nuovamente la sua strada con le indagini della polizia, decide di tornare a collaborare con la squadra omicidi di Syracuse.


E, nello specifico, con il suo ex fidanzato ed ex collega Al Burns (Dylan Walsh, Nip/Tuck), detective della omicidi che le offre la possibilità di ottenere il suo vecchio incarico. Mossa dalla rinnovata speranza di riuscire a far luce sulla morte di sua sorella, Carrie si unisce ad Al e al resto della squadra mettendo la propria infallibile memoria al servizio della giustizia. Di nuovo. In attesa che anche per lei arrivi la tanto agognata verità… Creata da John Bellucci ed Ed Redlich (Senza traccia, Shark, The Practice), la serie si basa sulle reali ricerche sull’ipertimesia, sindrome di cui soffrono solamente 6 persone in tutti gli Stati Uniti (una delle quali è consulente scientifico della serie) e sul racconto The Rememberer di J. Robert Lennon. Un racconto che, come la serie, descrive le avventure di un personaggio che convive con una malattia che può sembrare un dono ma che può anche rendere la vita impossibile…

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.