FoxCrime  

Criminal Minds? Troppo violento, parola di “Penelope Garcia”

L’attrice Kirsten Vangsness confessa di non riuscire a guardare lo show di cui è protagonista

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Oggi è il grande giorno: questa sera alle 21, in prima visione assoluta per l’Italia, sbarca su FoxCrime la nona stagione di Criminal Minds. Stagione che, a giudicare dai primi minuti in esclusiva e dalle parole del produttore della serie, ha tutte le carte in tavola per diventare un cult.

Sui nuovi episodi, e su quello che rappresentano per il suo personaggio, si è espressa anche Kirsten Vangsness, nella serie l’esperta di informatica Penelope Garcia: “Sarò protagonista di una serie di episodi speciali in arrivo” ha dichiarato una Vangsness visibilmente eccitata. “Uno di questi è stato scritto da Breen Frazier (co-produttore esecutivo della serie) e, ve lo garantisco, un Criminal Minds così non l’avete mai visto. È un episodio estremamente interessante, Breen ha dovuto lavorare sodo e fare molte ricerche per poterlo scrivere. E per me è stato molto divertente da fare!”.

Nel corso della stessa intervista, rilasciata al portale zap2it, Vangsness ha poi ammesso un fatto quantomeno curioso: “per me [Criminal Minds] è uno show davvero difficile da vedere. Amo tantissimo farne parte, ma sono una di quelle persone per cui è troppo violento. Mi sono persa molti episodi perché semplicemente non avevo il coraggio di guardarli… non solo, ho anche notato che le mie performance da attrice calano quando guardo lo show”.

 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.