FOX  

Lost: reboot in vista?

Carlton Cuse rivela la possibilità di una nuova versione del cult di J.J. Abrams.

0 condivisioni 0 commenti 1 stella

Share

Chi lo ha amato non è mai riuscito a dimenticarlo. E come sarebbe stato possibile, con tutte le emozioni e le domande (insolute) che ha disseminato nell’arco delle sue 6 stagioni su Fox? Parliamo ovviamente dell’indiscusso serial cult degli anni Zero creato da J.J. Abrams: il mitico LOST, che ha di recente festeggiato i 10 anni dalla creazione.

Ed è proprio uno dei produttori e sceneggiatori della serie, Carlton Cuse, a tornare sulla genesi della sua controversa conclusione. “Quando ci siamo seduti per scrivere il finale non sapevamo esattamente cosa sarebbe accaduto”, ha rivelato di recente. “Pensavamo che una soluzione spirituale fosse quella che, alla fine, sarebbe stata più soddisfacente a livello emotivo”.

Scommessa vinta a metà, quella di Cuse e compagnia, date le reazioni contrastanti dei fan. Ma l’autore non sembra pentito: “Abbiamo scritto la versione che volevamo vedere. Difendiamo il finale che abbiamo scritto. Era la versione della storia che volevamo raccontare e penso che molte persone l’abbiano apprezzata”.

E tutti coloro che invece non hanno digerito troppo la deriva mistica dell’ultimo episodio (se non addirittura dell’intera sesta stagione)? Come si potrà placare la loro persistente ira? La risposta di Cuse a questa implicita obiezione ha riacceso la speranza di milioni di fan.

“Penso che probabilmente la ABC, a un certo punto, vorrà fare un reboot di Lost perché è un franchise di valore”, ha affermato il produttore con una certa sicurezza. “Alcuni autori giovani e brillanti avranno un’idea grandiosa che otterrà l’approvazione del network e sarà fantastico”.

Parole incoraggianti, che sembrano nascondere qualcosa di più di un semplice desiderio. Che Cuse abbia voluto suggerire una ghiotta anticipazione mascherandola da mera ipotesi? Chissà. Certo è che la sola idea di un remake, di una continuazione, persino anche solo di una nuova puntata speciale di Lost, di per sé, basta per farci tornare a sognare.

Rimane un’unica preghiera ai futuri ed eventuali sceneggiatori. Quando dovrete reinventare l’universo di Jack, Locke e gli altri, vi scongiuriamo: restituite il giusto spazio ai poveri Charlie, Ana Lucìa e Mr Eko. E se proprio dovrete scegliere qualcuno da far fuori prima del tempo, beh: c’è sempre la Rousseau.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.