FoxCrime

In ogni gruppo ce n’è almeno uno

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

È inevitabile. Un po’ come il secchione a scuola, che alza la mano fino al cielo quando la domanda della prof ha fatto piombare l’intera classe in un silenzio imbarazzante (o in una improvvisa ricerca di libri negli zaini e di penne per terra).

Ce n’è sempre uno, è vero, ma non lo riconosci subito. La sua natura si rivela solo mentre si sta guardando un film, un telefilm, un documentario, un talent show o qualunque cosa trasmessa da uno schermo che possa richiedere un benché minimo esercizio di anticipazione deduttiva.

No: non parliamo del temibile “spoileratore”, malvagio rovinatore di sorprese che non riesce a trattenersi dal rivelare ciò che accadrà a chi (tapino) si è macchiato dell’imperdonabile colpa di non avere ancora visto.

Lui è anche più irritante. Perché, in teoria, inizia la visione assieme a te. È un tuo pari, sembra godersi con te lo spettacolo senza alcun affanno. Non mostra segni evidenti del fitto lavorio mentale che sta in realtà attuando. E mentre tu sei lì, davanti al nuovo episodio della tua serie FoxCrime preferita, lui aspetta la prima pubblicità e ti dice con nonchalance qualcosa del tipo:
“Di sicuro non è lui l’assassino. L’hanno trovato troppo presto. Piuttosto, hai notato lo sguardo del figlio della vicina da dietro la tenda, quando i poliziotti hanno guardato in alto prima di entrare in macchina? Vedrai che, se non è lui il colpevole, di sicuro è il sospetto numero uno”.

Quanta rabbia, che fa. Non tanto per il suo spocchioso e affinato sforzo investigativo, messo in pratica anche per visioni ben più innocue, dagli spot ai cartoni animati. No. È per la finta disinvoltura con cui cerca di far sembrare quella sua valutazione come una considerazione distratta ed estemporanea piuttosto che il frutto di una pratica longeva e apparentemente inarrivabile.

Però - e qui si avvicina il nostro finale a sorpresa - su una cosa ci sentiamo di essere dalla sua parte piuttosto che dalla vostra. Se davvero l’assassino viene trovato entro la prima pubblicità e voi lo considerate come il colpevole definitivo, beh, non siete dei veri malati di #FoxCrimeMania.

E questo, inutile dirlo, è ancora più fastidioso.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.