FOX  

Come ti trasformo il vampiro

La figura del vampiro nella storia

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Tutto inizia durante una notte buia e tempestosa in una casa in riva al lago. John, Mary, Claire, Gordon e Percy ammazzano la noia leggendo storie di fantasmi. Poi a Gordon viene un’idea: ognuno di loro dovrà scrivere una storia sul soprannaturale.

Nell’epilogo non c’è un maniaco serial killer che inizia a sterminarli a uno ad uno, ma la creazione di due racconti che influenzeranno per sempre la storia della letteratura e del cinema.

Il primo non ha bisogno di presentazioni. La nostra Mary, al secolo Mary Wollstonecraft Godwin meglio conosciuta come Mary Shelley, scriverà il Frankenstein o il moderno Prometeo.

John William Polidori invece creerà Il vampiro. Non è la prima volta che nella storia della letteratura sentiamo parlare di questa figura demoniaca ma mentre fino ad ora questo personaggio è descritto come un mostro sanguinario, Polidori si ispira a Lord Gordon Byron per creare un dandy aristocratico, ben inserito nella società, ma che nasconde un terribile segreto. È il prototipo del vampiro moderno così come lo conosciamo oggi. Un personaggio pericoloso, ma altrettanto affascinante che seduce le sue vittime e poi le uccide. La storia ha un immediato successo e questo vampiro entra nell’immaginario collettivo.

Più che il sangue poi, saranno la Carmilla di Le Fanu e soprattutto il Dracula di Bram Stoker a rendere realmente immortale questo personaggio. Chiuso nel suo castello, è un non morto immalinconito dal peso del suo passato e dall’impossibilità di provare sentimenti autentici: l’amore per una donna, saranno il motivo della sua fine, ma anche la sua unica possibilità di redenzione.

A distanza di quasi 200 anni il vampiro è vivo più che mai. C’è da dire che nel frattempo il nostro amico pallido è diventato più bello che dannato: se vuole può dominare la sua sete di sangue, quando si espone alla luce del sole brilla giusto un pochino (come in Twilight) e in ogni caso ci sarà sempre un anello magico a salvargli la pelle da fastidiosi eritemi (come in The Vampire Diaries).

Per fortuna ci sono i vampiri di True Blood ad essere più vicini alla “realtà”. Dei vampiri assetati di sangue e sesso che sanno creare quel mix di malvagità e passione che rendono questa serie unica.

La settima e ultima stagione di True Blood è trasmessa da Fox, in contemporanea USA, in lingua originale con i sottotitoli, il lunedì alle 22.45.

 

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.