FOX  

Episodio 5.02: Sconosciuti

Il commento alla puntata 2 di The Walking Dead 5

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Attenzione! Questo articolo contiene spoiler sulla puntata 2 di The Walking Dead 5.

 

La sconvolgente season premiere è ancora ben impressa nei nostri ricordi, ma è già tempo di guardare avanti e concentrarsi sulla seconda puntata di The Walking Dead 5: Sconosciuti.

Chi agognava un po' di proverbiale quiete dopo la tempesta è stato accontentato. Archiviate le montagne russe emotive di Preda e cacciatore è la volta di una puntata sì più tranquilla, ma non per questo meno emozionante. Tutt'altro.

Dopo essere sfuggiti all'appetito insaziabile degli abitanti di Terminus, i nostri sopravvissuti si ritrovano ancora una volta costretti a vagare senza meta in cerca di rifugio (ma quanto camminano?).

Rifugio che ha un nome e un volto ben precisi, quelli di padre Gabriel. Gabriel è un indifeso uomo di fede che vive barricato nella propria chiesa. O almeno è quello che vuole far credere. Anche se potremmo essere indotti a pensarla come Carl – “Non possono essere tutti cattivi” – quattro stagioni ci hanno insegnato a essere guardinghi come Rick.

Diciamocelo, il pastore deve nascondere qualcosa. Quali sono i suoi peccati? Come ha fatto a sopravvivere da solo per tutto questo tempo? È forse legato alla macchina con il simbolo della croce che ha rapito Beth?

Prima della chiusura due parole su Terminus, o quello che ne rimane. Tutti gli scettici che hanno troppo frettolosamente etichettato Gareth come una minaccia poco credibile si sono dovuti ricredere: l'allegra brigata di cannibali è là fuori pronta a consumare la propria vendetta. Che, a quanto pare, è un piatto che va servito ben cotto.

Discutibili giochi di parole a parte, la lezione che ci portiamo a casa dall'appuntamento di ieri sera è una: nessuno è al sicuro. Mai. Lo sappiamo noi telespettatori. Lo sa Rick che non perde occasione per ricordarlo al (non più) piccolo Carl. Lo ha imparato a sue spese l'eterno ottimista Bob (chissà se riuscirà a trovare un lato positivo anche in questo).

Del resto, in un mondo infestato da zombie in cui “i vivi sono ancora peggio dei morti” sarebbe da illusi cullarsi in questa falsa speranza.

La carne al fuoco è tanta – perdonaci Bob, non abbiamo resistito – e a noi non resta che aspettare la prossima puntata di The Walking Dead 5, lunedì alle 21.00 in contemporanea USA su Fox.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.