FOX  

The Walking Dead: i messaggi nascosti nella chiesa di Padre Gabriel

Padre Gabriel nasconde un segreto, e con lui la sua chiesa

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Attenzione, l’articolo contiene spoiler sulle prime tre puntate di The Walking Dead 5.


Dopo la distruzione della prigione per mano del Governatore, dopo aver fatto trekking per larga parte della stagione 4, dopo aver scoperto che Terminus era tutto meno che un santuario, ora Rick e il resto della banda hanno trovato un nuovo rifugio: la St. Sarah’s Episcopal Church, la chiesa di Padre Gabriel.

Un ingresso – tanto del prete quanto del luogo di culto – che porta in The Walking Dead una nuova tematica: quella della fede. Certo, la figura di Hershel aveva sempre rappresentato la parte più spirituale del gruppo, ma mai la religione era stata affrontata così esplicitamente.

La St. Sarah’s Episcopal Church è infatti piena di riferimenti biblici e messaggi nascosti scelti in maniera tutt’altro che casuale dagli autori.

Fra tutti, il più suggestivo è il passaggio scritto sull’arco sopra l’altare: tratto da Giovanni 6.54 recita "Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno". Leggermente profetico, non credete?

Non solo le parole dei Vangeli, ma anche quelle disperate dei fedeli: è Carl a mostrarci i graffi sulle finestre e la scritta "Brucerai per questo" incisa sulla parete. Settimana scorsa abbiamo finalmente scoperto il motivo di queste parole: Gabriel non è un uomo cattivo, non in senso in senso stretto, ma si è rifiutato di rischiare la propria vita per salvare quella dei propri fedeli. Da allora, in quanto uomo di chiesa che ha abbandonato il proprio gregge, vive tormentato dal senso di colpa.

Il segreto di Padre Gabriel è imperdonabile? Ha mentito e nasconde altro?

Lo scopriremo nella puntata di stasera di The Walking Dead 5, alle 21.00 in contemporanea USA su FOX.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.