FoxCrime  

Tanto di cappello a James Spader

È il protagonista di The Blacklist ad aver avuto l’idea di far indossare il cappello al suo personaggio

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Villain, eroe o entrambi? Difficile definire la qualità morale o il ruolo preciso di Raymond Reddington in The Blacklist, una delle più acclamate serie di FoxCrime. Una cosa però è certa: il buon (?) Red deve molto del suo carisma al suo cappello.

Non tutti sanno però che questo dettaglio stilistico non fu deciso dagli sceneggiatori ma proposto da James Spader, il quale insistette per trasferire al proprio character una sua abitudine personale.

Ho sempre indossato cappelli nella mia vita”, ha raccontato di recente l’attore, “ma ho dovuto mettere via i miei borsalini e rispolverare lobbie e berretti”.

Ma dietro questa scelta c’è anche un pizzico di senso pratico:

La vita di Red affronta geografie e climi differenti. E, in questo senso, i cappelli sono assolutamente funzionali”.

E bravo James. La sua intuizione ha dato un tocco di classe ad un personaggio che, senza un elegante copricapo, non sarebbe di certo lo stesso. Un solo dubbio ci sorge spontaneo: siamo sicuri che il suo suggerimento non avesse come unico obiettivo quello di nascondere la sua calvizie?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.