FOX  

Episodio 5.08: Conclusione

Il commento alla puntata 8 di The Walking Dead 5

0 condivisioni 0 commenti

Share

Attenzione! L'articolo contiene spoiler sulla puntata 8 di The Walking Dead 5.

Quando stai per vedere una mid-season finale di The Walking Dead, sai che qualcosa di grosso sta per succedere. Aggiungeteci un emblematico titolo dell'episodio, “Conclusione”, ed ecco che ci troviamo davanti a una puntata storica.

Curiosi di scoprire il perché? Procediamo con ordine.

Uno dei motori di questa prima metà di quinta stagione è stato, insieme al viaggio verso Washington, il tentativo di salvare Beth. Per questo motivo è stata quasi una delusione vederla tornare dal gruppo come se niente fosse, in uno scambio di ostaggi eseguito a regola d'arte. Dopo 8 episodi ricchi di colpi di scena è stato tutto fin troppo facile, tutto si è consumato senza pathos o tensione, l'opposto di quello a cui TWD ci ha abituato. È stato, a voler usare una parola soltanto, frustrante.

Ed è qui che entra in scena il sadismo degli autori (e il loro genio). Proprio quando crediamo che Beth sia di nuovo al sicuro tra le nostre braccia, è allora che ci viene strappata via nel modo più brutale e insensato possibile.

Il termine “insensato” non è affatto casuale, ovviamente. All'apparenza, infatti, la morte di Beth ci può sembrare casuale, perfino stupida, ma nasconde un significato profondo. Non è morta perché è stata sopraffatta, perché era debole. È morta perché è stata forte, perché per la prima volta da quando l'abbiamo conosciuta ha agito di testa sua. Ci piaccia o meno, non possiamo non riconoscere quanto sia cresciuta la “sorellina bionda di Maggie”. La ragazzina che ha tentato il suicidio è lontana anni luce da quella vista nella mid-season finale di ieri sera.

La morte di Beth è stata già triste, ovviamente, ma la cosa che più ci ha colpito dell'episodio è stata la reazione di Daryl: vederlo giustiziare con un colpo in fronte Dawn e quindi prendere in braccio il corpo senza vita di Beth è stato molto toccante. Più toccante di vedere Maggie, in nomination per il titolo di “Peggior sorella di sempre”, stracciarsi le vesti alla vista del cadavere (troppo poco, troppo tardi).


Oggi, questa vecchia chiacchierata tra Daryl e Beth sembra ancora più ricca di significato.

Ma è forse per questo che abbiamo definito “storico” questo episodio?

No, la morte di Beth non è la più importante né la più commovente di The Walking Dead. Anche la puntata, di per sé ottima, non è tra le migliori.

“Conclusione” è storica perché, come lascia intendere il titolo, è risolutiva e apre una prospettiva inedita per lo show.

Per la prima volta dopo tantissimo tempo, i nostri sopravvissuti sono tutti uniti. Non solo, non c'è nessun cliffhanger a chiudere la puntata, nessuna domanda irrisolta che ci costringe a contare i giorni che ci separano dai nuovi episodi.

Il nostro gruppo non è neanche in fuga come accaduto prima con la fattoria e poi con la prigione, semplicemente non sanno dove andare. E non hanno neanche uno scopo: la cura paventata da Eugene si è rivelata essere solo la bugia di un codardo.

Non c'è nessuno da salvare, nessun santuario da raggiungere, nessuna missione da compiere. L'unica cosa rimasta è sopravvivere.

Per questo motivo, il mid-season finale di ieri sera è stato uno spartiacque. I nuovi episodi, in programma dal 9 febbraio in contemporanea USA su FOX, saranno un nuovo inizio, una gigantesca pagina bianca su cui scrivere un nuovo capitolo. Si aprono infinite possibilità per uno show dal potenziale narrativo sterminato e, ahinoi, non sempre sfruttato al 100%.

Non vediamo l'ora che arrivi il 9 febbraio, ne vedremo delle belle. Nel frattempo, ecco il nostro video tributo per dare alla dolce Beth il saluto che si merita.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.