FOX  

The Walking Dead: chi è davvero Aaron?

Il nuovo personaggio pone nuove interrogativi, sulla safe-zone di Alexandria soprattutto

0 condivisioni 0 commenti

Share

ATTENZIONE! L’articolo contiene spoiler sui nuovi episodi di The Walking Dead.

Dopo aver perso (nell’ordine) la speranza di trovare in Terminus un santuario, la cura paventata da Eugene, i compagni di viaggio Beth e Tyreese, i nostri sopravvissuti sono giustamente sulla difensiva nei confronti di Aaron, il misterioso personaggio comparso alla fine della puntata 10.

| Potrebbe interessarti anche: Commento all'episodio 5.10: Loro |

Come mostrano i primi minuti della puntata 11, Rick ha imparato la lezione e ha accolto con sospetto l’ultimo arrivato. Tanto il Governatore quanto Gareth si erano infatti presentati con un sorriso e poi si sono rivelati ostili. Anzi, dei veri e propri mostri.

La storia si ripeterà anche con Aaron?

Stando al fumetto e ai rumors che circolano in rete, Aaron è veramente uno dei “buoni”, un reclutatore della città fortificata di Alexandria con il compito di condurre i protagonisti al sicuro nella safe-zone.

Alexandria che potrebbe essere davvero il santuario che il gruppo va cercando da ormai troppo tempo, un porto sicuro dove iniziare un nuovo capitolo della propria storia. Dove smettere di sopravvivere e iniziare a vivere di nuovo.

Dopo tanto tempo un po’ di speranza, finalmente.

Eppure facciamo fatica a crederci. Perché tutti i veri fan di The Walking Dead sanno che la vera minaccia non sono gli erranti, ma gli uomini sopravvissuti all’apocalisse. E non ci si può fidare. Mai. Di nessuno.

Alexandria è davvero sicura? I suoi abitanti saranno letali nemici o preziosi alleati? Per scoprirlo non ci resta che aspettare il prossimo episodio, lunedì alle 21.00 in contemporanea USA.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.