FoxCrime  

CSI: lo show preferito dai criminali?

Ovvero, quando i criminali prendono spunto dalle loro serie tv preferite per farla franca

0 condivisioni 0 commenti

Share

Quando 15 anni fa CSI fece il suo debutto, ci colpirono subito le incredibili tecnologie usate per trovare le prove con cui accusare il colpevole di turno.

Pensate al primo episodio della serie che vi viene in mente e ricorderete subito gli indizi che hanno permesso la risoluzione del caso. Parliamo di impronte recuperate su avanzi di cibo dimenticati da chissà quanto tempo, simulazioni balistiche, immagini e video 3d per studiare la posizione degli oggetti, sostanze chimiche che rivelano in pochissimo tempo chissà quali informazioni.

Tutte cose spesso molto lontane dalla realtà, perché di laboratori così all’avanguardia non ce ne sono molti. Ma perché dare tanta importanza a tecnologie così avanzate? Per alcuni si tratta solo di tenere alta l’attenzione su questa serie. Per altri, è un sottile modo di convincere i possibili criminali a desistere.

Lo show mostra come sia facile smascherare un omicidio, un furto, un qualsiasi crimine, quindi potrebbe essere un deterrente per i malintenzionati.

Ma siamo sicuri che non sia esattamente il contrario?

Nel 2000 (anno di debutto di CSI), in America la polizia ha risolto il 46.9% degli stupri. Nel 2005, solo il 41.3%. Furono alcuni investigatori a suggerire che questo calo poteva essere dovuto all’effetto CSI che aveva permesso ai criminali di capire come nascondere le prove. A quanto pare, infatti, molte vittime riportarono di essere state obbligate a lavarsi e a pulirsi con la candeggina dopo essere state aggredite.

Pare addirittura che nel 2005, Jermaine McKinney, un grande fan di CSI, irruppe in una casa e uccise due donne, poi nascose le prove con grande cura: bruciò corpi e vestiti, si lavò con la candeggina, sistemo l’arma del delitto in modo accurato… Certo sono solo speculazioni, ma chissà…

CSI potrebbe aver reso i criminali più consapevoli che a volte potrebbero prendere spunto dalla nostra serie tv preferita per far perdere le proprie tracce o per eliminare ogni possibile sospetto o informazione che rimandi a loro. Si stanno facendo scaltri, sarà per questo che anche la nuova serie di Shonda RhimesLe regole del delitto perfetto – sta avendo un così grande successo?

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.