FOX  

Homeland arriva in Europa

La quinta stagione di Homeland sarà girata in Europa, ecco qualche anticipazione.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Homeland 4 si è chiuso con una nota molto emozionale e sconvolgente, ma la quinta stagione potrebbe lasciarci ancora più scombussolati: a quanto pare Carrie lascerà la CIA.

La passata stagione è stata un grande successo di pubblico e di critica, forse la migliore dopo l’inarrivabile prima. Ci ha portato a riscoprire Carrie nelle sfumature che l’hanno resa uno dei personaggi femminili più interessanti in TV. La sua etica e la sua morale sono discutibili, e per questo non riusciamo mai a classificarla con chiarezza né nei “buoni” né nei “cattivi”.

Questa dualità è anche quel che porta avanti l’arco narrativo della serie, che tiene sempre ben presente la ragione di entrambe le parti, “nemico” ed “eroe”: come in qualsiasi vero conflitto le cose non sono mai semplici come sembrano.

Alla fine della scorsa stagione abbiamo lasciato Carrie indecisa sul suo futuro. Sempre più vicina a Quinn, che però con un colpo di testa un po’ adolescenziale ha deciso di partire in una missione suicida visto che lei ha avuto un momento di tentennamento sulla loro relazione. In un turbine di emozioni, con la morte del padre appena avvenuta e il tradimento di Saul, che si è alleato con Adal nel lasciar andare Haqqani in cambio della sospensione della rete terroristica in Pakistan. Ancora in lutto per la morte del suo informatore/ostaggio/amante a Islamabad.

Come in passato, la vita di Carrie sembra essersi sbriciolata in un deserto senza sicurezze. Come riuscirà ad andare avanti, dopo tutto quel che è successo?

Variety riporta che durante una sessione di Q&A Alex Gansa, lo showrunner, e Claire Danes hanno lasciato intendere qualche anticipazione sulla quinta serie.

Per cominciare un cambio di scena: la serie ricomincerà due anni e mezzo nel futuro, e sarà ambientata in Europa (le riprese cominceranno entro l’anno, probabilmente in Germania). Parleranno ancora di terrorismo e temi correlati, ma non è ben chiaro che ruolo avrà Carrie in questo scenario.

La parte più interessante però è stata questa dichiarazione di Gansa: "Claire non sarà più un’agente della CIA". Gansa si è rifiutato di aggiungere altro, ma Claire ha aggiunto scherzosamente che Carrie ha cominciato a produrre birra artigianale.

Voi che ne pensate? Credete come noi che Carrie farà molta fatica a stare a lungo fuori dai “giochi”?

Come sempre non vediamo l’ora di scoprirlo e di sapere in che direzione gli scrittori hanno deciso di spingere la serie!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.