FOX  

5 motivi per cui Wayward Pines sarà l’evento dell’anno

Ecco perché Wayward Pines promette non bene, benissimo!

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Wayward Pines si annuncia come la serie evento dell’anno. E non solo perché sarà trasmessa in contemporanea mondiale in 125 paesi, anche se solo questa notizia basterebbe a renderla tale. Le aspettative sono altissime, l’attesa è ai massimi livelli e fortunatamente non manca più molto al 14 maggio, data della premiere.

Ecco 5 motivi per cui non potete proprio perdervi questa serie:

1 – Un cast stellare. Sembra banale, ma non sempre le nuove serie possono vantare così tante star nello show. “Tutte le nostre prime scelte per i ruoli hanno accettato con entrusiasmo. È una cosa pazzesca” hanno dichiarato i produttori dello show. E con nomi del calibro di Matt Dillon, Melissa Leo, Toby Jones e Terrance Howard capiamo la loro contentezza.

[Potrebbe interessarti: “Tutto il cast di Wayward Pines”]

2 – È tratta da “I misteri di Wayward Pines”, romanzo di Blake Crouch. Un giallo che tiene incollati dalla prima all’ultima pagina. E se la serie mantiene lo stesso livello di tensione, beh, insomma, fate voi i calcoli. ;) 

3 - M. Night Shyamalan conosce il suo mestiere. Sa come dirigere un cast importante e come far vivere le emozioni sullo schermo. È il suo primo lavoro per il piccolo schermo, e non vede l’ora di stupire tutti.

4 – Una serie completa strutturata in 10 episodi: “I punti salienti della storia sono stati decisi e definiti a priori, prima della sceneggiatura specifica di ogni puntata. In questo modo tutto il girato è funzionale al completamento della storia e non ci saranno episodi di transizione. L’arco narrativo è stato pensato e studiato per svilupparsi in tutta la sua completezza.”.


5 – Si annuncia come il nuovo Twin Peaks. E questo la dice lunga su quanto ci si aspetta da questa serie tv. 

Per scoprire se manterrà tutte le sue promesse non ci resta che aspettare il 14 maggio. Data che speriamo arrivi in fretta, perché sinceramente non stiamo più nella pelle. E voi?

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.