FOX  

5 cose che (forse) non avete notato nella stagione 5 di The Walking Dead

Cosa nascondeva la quinta stagione?

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Chi di voi sta già facendo il conto alla rovescia per l’inizio della sesta stagione di The Walking Dead?

Di rumors ce ne sono già parecchi e Scott M. Gimple, lo showrunner della serie, ha fatto questa sibillina dichiarazione: “Ora che i protagonisti hanno imparato come sopravvivere, dovranno decidere come vivere”.

[LEGGI ANCHE: Cosa ci riserverà la sesta stagione?]

Però siete sicuri di aver colto tutto, ma proprio tutto della stagione 5 conclusasi con il bell’episodio 16?

[LEGGI ANCHE: Episodio 5.16: Conquistare]

Siamo pronti a scommettere che qualcosa vi è sfuggito.

Ad esempio…

 

1) L’ombrello sul muro di Terminus. Forse un tributo alla famosissima saga di videogame zombie di Resident Evil?

 

2) I riferimenti agli altri lavori di Robert Kirman. Guardate cosa legge Carl. Un riferimento alla serie di fumetti The Astounding Wolf-Man del regista?

 

3) Il cameo di Scott Ian. Il chitarrista metal degli Anthrax appare sotto forma di zombie nell’episodio 12 e viene giustiziato da Carl. Evidentemente ama la musica classica…

 

4) I libri sugli scaffali di Alexandria. Nello studio di Deanna ci sono diversi libri che fanno riferimento a storie dell’epoca della Germania nazista.

 

5) La “citazione zombie” nella chiesa di padre Gabriel. Ecco cosa c’è scritta sopra l’arco: “Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue avrà vita eterna”. Si tratta di un verso della Bibbia, ma in questo contesto assume un significato più forte (e forse più inquietante…).

 

Vi abbiamo sorpresi? Sicuramente qualche occhio attento avrà notato queste e altre piccole sorprese sparse qua e là. Elementi che rendono ancora più interessante una storia che ci lascerà col fiato sospeso ancora per un po’.

Non ci resta quindi che aspettare per scoprire nuove chicche, ma se nell’attesa vi eravate persi un po’ di pezzi, iniziate da subito un bel ripasso!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.