FoxAnimation  

Omar Shamsoon, alias, Homer d'Arabia

La serie animata più amata dal mondo occidentale è stat meticolosamente tradotta e riadattata per la visione da parte del mondo musulmano: il risultato è stato davvero inaspettato.

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Come sappiamo ormai tutti molto bene, I Simpson vennero trasmessi per la prima volta su Fox USA il 17 Dicembre 1989. Due anni dopo, dal lato opposto del mondo, nasceva la prima tv privata indipendente del mondo arabo: alla fine del 1991 la MBC (Medio Oriente Broadcasting Company) entrava nelle case di tutti i cittadini arabi che possedevano una televisione satellitare.
La MBC costituì infatti la prima vera e propria rete televisiva che trasmetteva contenuti e produzioni occidentali (naturalmente tradotti e riadattati) tutti i giorni per 24 ore.

I programmi trasmessi spaziavano dall'Oprah Winfrey Show, al Late show di David Letterman, a Mc Giver e infine ad Amici, tutti saapientemente doppiati o sottotitolati ed epurati da tutti i contenuti cosiderati "culturalmente offensivi" per la cultura arabo-musulmana.
Poichè la MBC trasmetteva questo tipo di format prettamente occidentali, non avrebbe potuto lasciarsi sfuggire la posssibilità di mandare in onda la serie animata più amata di sempre sia dali Stati Uniti che dall'Europa, I Simpson!

Per il lancio della serie la Medio Oriente Broadcasting Company non badò a spese e assoldò i migliori sceneggiatori della televisione araba affinchè traducessero e riadattassero tutti gli episodi trasmessi fino ad allora. Il primo episodio di "Al Shamshoon" ("I Simpson") venne trasmesso nell'Ottobre 2005: Homer Simpson venne tradotto con Omar Shamshoon, nome più familiare alla cultura musulmana, mentre Marge divenne Mona Shamshoon, Lisa-Beesa e infine Bart venne tradotto con Badr.

Per riuscire ad arrangiare I Simpson versione araba, gli Al Shamshoon, gli sceneggiatori hanno dovuto verosimilmente lavorare duramente, e chissà, forse anche giorno e notte.
La birra di Homer, la Duff è stat trasformata in una bevanda gassata alla frutta, le salsicce non più di maiale ma di manzo mentre le ciambelle (donuts) tanto amate da Homer diventarono biscottini (non glielo abbiamo chiesto ma possiamo ipotizzare il pensiero di Homer a riguardo). Inoltre, ovviamente, sono state tagliate tutte le scene del Bar di Boe (praticamente metà della serie) e quelle a forte contenuto religioso. Solo l'imprecazione di Homer, il suo mitico D'oh, si è salvato da questo bagno di sangue di tagli, censure e arrangiamenti.

IL PIU' GRANDE FLOP DELLA STORIA DEI CARTONI ANIMATI
La MBC programmò la messa in onda di 52 episodi nel mesi successivi e la proiezione delle 17 stagioni negli anni avvenire.
Al Shamsoon furono però, contro le aspettative dei produttori della MBC e degli sceneggiatori stessi, un tale flop che la serie venne cancellata dopo soli 34 episodi. Perchè? Perchè nessuno la guardava, punto. I Simspon sono diventati quello che sono diventati proprio grazie a tutti i particolari, le loro caratteristiche distintive, che il network arabo ha deciso di cancellare.
Togliere o riarrangiare le peculiarità di una serie tv, così come a qualsiasi cosa, la priva della suà identità e quindi, in questo caso, anche del suo successo.
Inoltre nel mondo arabo la gente conosceva già I Simpson come una serie di intrattenimento per bambini e vederla sfigurata, così come è successo agli Al Shamshoon, nel tentativo di renderla appetibile anche ad un pubblico adulto si è rivelato un vero e proprio fallimento.

Un ultimo appello agli unici e inimitabili Simpson: non cambiate mai!!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.