FoxComedy  

Sofia Vergara e la lotta degli embrioni

L’attrice di Modern Family pronta a una battaglia legale con l’ex Nick Loeb, per l’utilizzo di due ovuli fecondati e congelati durante la loro relazione.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ferri corti tra Sofia Vergara, star di Modern Family, e il suo ex compagno Nick Loeb, businessman americano.  L’oggetto, anzi gli oggetti, del contendere sarebbero due embrioni che la coppia avrebbe fecondato e successivamente congelato in un’apposita struttura americana.

E secondo l’attrice lì dovrebbero rimanere: “I bambini hanno bisogno di crescere con due genitori che si amano, non che si fanno la guerra”, e prosegue, “non sarebbe sano far nascere dei bambini in una situazione del genere, sarebbe terribilmente egoista”.
[Potrebbe interessarti anche: Una hot Sofia Vergara con il fidanzato Joe Manganiello]

Nick Loeb invece sembra essere di un tutt’altro avviso: “Ho sempre creduto che la vita cominci con la fecondazione e che ogni embrione sia una vita nel cammino verso la nascita. Ho creato questi due embrioni con lo scopo di portarli a compimento e non per distruggerli. Ho sempre sognato di essere padre”.
Chi ha ragione quindi? La madre o il padre?

La legislatura americana non viene in nostro – e loro – soccorso in quanto solo nove stati hanno una regolamentazione a riguardo. Sarà un intricato rebus giuridico da risolvere, ma solitamente in questi casi la ragione va al genitore che non vuole impiantarli, Sofia in questo caso.
Il tempo, e i giudici, ci diranno chi l’avrà vinta.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.