FoxCrime  

L’ultimo episodio di CSI rappresenta la fine di un’era.

Con la quindicesima stagione di CSI si conclude un pezzo di storia delle serie tv.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Era il 2000 quando andava in onda l’episodio pilota di CSI Las Vegas, quel pilot che colpì così violentemente l’immaginario collettivo da farlo balzare subito in testa nella classifica dei drama polizieschi e non solo.

Già non solo, CSI scelse un modo unico di raccontare le avventure di una squadra scientifica, così particolare che ridefinì il concetto stesso di telefilm poliziesco. Se ci fermiamo un attimo a pensarci bene, in effetti, prima di CSI c’era un modo diverso di intendere il genere: tanti procedurali molto simili tra loro dove il successo era dato esclusivamente dal carisma del personaggio principale o del conflitto tra la coppia di detective.

L’innovazione portata da CSI al genere va cercata non tanto nei singoli casi (sempre e comunque di gran livello), ma nel mostrare finalmente al mondo un modus operandi di una squadra forense così verosimile da essere reale, sia tempi quanto nella raccolta delle prove. Prove, ecco la seconda parola chiave dello show: per la prima volta un telefilm di questo genere punta tutto sulla soluzione logica e provata del caso, non limitandosi all’intuizione geniale del protagonista di turno. Una scelta rischiosa, ma che ha ben pagato.

E se questa cosa vi sembra ovvia, sappiate che lo è esclusivamente grazie all’impatto che i 335 episodi della seri, più i due spin-off, hanno avuto sulla nostra cultura televisiva.

D’altronde, quando si fissa lo standard per oltre 15 anni è normale che le persone inizino a pensare che sia sempre stato così e che gli altri telefilm tentino di replicarne l’immenso successo.

Un successo così grande, capace di non annoiare mai e di sapersi rinnovare nonostante i cambi di cast, che ha avuto anche il merito di portare alla regia di “un semplice episodio” registi del calibro di Quentin Tarantino e William Friedkin.

Insomma, potremmo stare ore qui a parlare di quanto CSI abbia dato al mondo dei telefilm e della televisione, ma preferiamo fermarci qui, consci che nessuna parola potrà far nulla per fermare quella lacrima che, nolente o volente, cadrà questa sera dopo aver visto l’ultimo episodio.

Non ci resta che guardare per un’ultima volta la squadra scientifica più famosa del mondo alle prese con un caso da risolvere, sapendo che questo significherà una cosa soltanto: sarà la fine di un’era.

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.