FoxCrime  

James Spader e The Blacklist: amore eterno

Un’interessante intervista a James Spader, protagonista di the Blacklist, che ci racconta il suo amore per il personaggio che interpreta: Raymond Red Reddington

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Le emozioni del finale della seconda stagione sono ancora vivide nei nostri cuori e tanti interrogativi ci intasano la mente.
Che cosa lega Red a Liz? Sono forse padre e figlia?
Qual è lo scopo finale dell'unità operativa? Chi è l'informatore-spia e chi l'agente federale?
Nella terza stagione troveremo di sicuro una risposta a tutte queste domande ma nell’attesa godiamoci questa intervista a James Spader.

Che similitudini vede tra lei e Red?
Non esiste un vero e proprio riflesso tra me e i miei personaggi. Adoro dare una mano in fase di stesura dei testi e di costruzione delle scene. Quando lavoro su un progetto faccio un focus completo su quello e mi impegno al 300%. Se riesco però mi estraneo sempre dal personaggio, tentando di mettere il meno possibile di me stesso, senza giudicare le azioni di chi interpreto.

Cosa la affascina di Red?

Mi piace il suo sense of humor. Le sue esperienze sono drammatiche ed estreme quindi ho pensato di aggiungerci un po’ di verve. Sono davvero legato all’evoluzione del personaggio e vorrei non abbandonarlo mai. 

Perché ha detto sì a The Blacklist due anni fa?

Era un periodo in cui cercavo film in cui recitare ma son finito a lavorare a teatro. Non che mi dispiacesse… anzi! Cercavo però una serie tv via cavo di pochi episodi, un impegno non esagerato ecco. È vero, The Blacklist era di ben 22 puntate ma il progetto mi ha subito affascinato. Oltretutto è girato a New York, città dove vivo e che adoro! Insomma, amore a prima vista.

Dopo due stagioni così intense cosa dobbiamo aspettarci da Red?

Non bisogna mai dare nulla per scontato. Dopo il finale della seconda stagione, la terza lascia aperti scenari incredibili. Ogni pezzo del puzzle è stato scombinato e ora niente è più come prima. Questo vale per la relazione tra Red e Liz e quella tra lei e l’FBI. Ne capiteranno di tutti i colori.

Forse nella terza stagione troveremo delle risposte alle domande che più ci tormentano: Chi è davvero Liz? Che relazione c’è tra le due?
Non ci rimane che aspettare frementi la terza stagione di nuovo insieme a Raymond “Red” Reddington e Elizabeth “Liz” Keen.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.