FoxCrime  

Dembe, una vita da pompiere… non per molto!

L’attore Hisham Tawfiq, fuori dalle scene, fa il pompiere ma pare abbia deciso di ritirarsi. Scopriamo meglio la sua vita fuori dal set.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Per molti di noi è Dembe, la guardia personale di Red, ma per i cittadini di Harlem è semplicemente Hisham, il capo dei pompieri della zona. Un uomo disponibile e cordiale, apprezzato da tutti nella vita quotidiana del quartiere. Dopo più di 20 anni però, lo statuario pompiere sarebbe pronto a togliere la divisa per dedicarsi totalmente, a malincuore, al mondo del jet set.

Sembra proprio amare il lavoro quotidiano di un fireman: “Adoro guidare il camion dei pompieri, specialmente qui nell’Harlem, la gente mi saluta e mi riconosce, mi piace strappare un sorriso ai bambini caricandoli sull’automezzo. È per questo che la decisione di ritirarmi dal servizio mi ha procurato più di una notte insonne. Vorrei dedicarmi pienamente al ruolo da attore e quindi devo fare delle rinunce dolorose”.

[Potrebbe interessarti anche: Un amore focoso per Liz e Red?]

Il passaggio dai Marines ai pompieri è stato una passeggiata per lui: “Non dico che l’addestramento fosse facile, ma non trovai alcuna difficoltà nell’affrontarlo. Ero stato nei Marines e prima ancora negli scout, diciamo che ero abituato a un determinato tipo di azioni. Poi dalla prima volta che impugni la pompa dell’acqua ti senti come Superman ed è tutto in discesa”.

L’attore ha purtroppo dovuto assistere ai disastri dell’11 settembre 2001, intervenendo in prima persona per salvare delle vite: “Dopo quel tragico evento, parte del mio entusiasmo è svanita. Il sentirmi Superman è andato scemando e un velo di tristezza mi avvolge da quel giorno, ho purtroppo perso alcuni dei miei amici più cari”.

Forse è anche per questo che Hashim ha deciso di ritirarsi dal ruolo di pompiere per dedicarsi alle telecamere: “Attualmente sto girando un documentario sulla mia vita da pompiere, reinventandomi anche come regista e sceneggiatore. Il progetto di The Blacklist rimane comunque in piedi e adoro farne parte. Tornare a fare il ballerino? Mai dire mai!”.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.