FoxCrime  

Dexter: Lo sapevi che… (Parte 2)

10 nuove curiosità sul mondo di Dexter Morgan e della Miami Metro Police.

0 condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Il killer spietato Dexter Morgan ci ha tenuto compagnia per 8 stagioni e in molti pensiamo di conoscere tutto sulla Miami Metro Police ma non è tutto come sembra. Ma come? direte voi e invece è proprio così. Siamo pronti a minare le vostre certezze sui Morgan e sui loro colleghi.

Già nella prima parte vi abbiamo fatto rivelazioni sorprendenti e ora siamo pronti a regalarvene altre 10 ancor più straordinarie.

Rimarrete forse a bocca aperta leggendo alcune particolarità ma a fine articolo potrete esclamare “Ora conosco tutti i retroscena di Dexter” e a quel punto chi vi fermerà più?

Non perdiamo altro tempo in chiacchere e gustiamoci questi 10 fun facts sulla nostra serie TV crime preferita.

Lo show ha ispirato alcuni omicidi. Il giovane Andrew Conley ha ammesso che lo show l’ha spinto a strangolare il suo fratellino di 10 anni. Mark Twitchell, invece, ha addirittura creato un account Facebook falso a nome Dexter Morgan ed è stato accusato per aver ucciso il 38enne Johnny Altinger.


Dexter usa sempre due siringhe, una vera e una finta. Quella vera viene usata per le scene in cui il killer attende la sua preda. Quella finta è una siringa con la punta retrattile e viene usata quando il protagonista addormenta le sue vittime.


Originariamente era stato pensato come un film. Dato il grande successo del primo libro di Jeff Lindsay, La mano sinistra di Dio, si pensò subito di farne un film. L’idea però che il pubblico potesse immaginarlo come il solito film splatter fece virare la decisione sul creare una serie a puntate. Meglio così no?


Deb e Dex si sono sposati nella vita reale. Che due attori si sposino a fine serie è cosa normale, ma per Jennifer Carpenter e Michael C. Hall è stato diverso. Si sono sposati durante le riprese della serie e si sono separati prima che finisse l’intero show. Come sarà stare sul set da divorziati? Per info chiedere a Deb e Dex.


Jeremy Renner doveva interpretare il ruolo da protagonista. Il produttore Michael Cuesta aveva contattato Jeremy per primo: l’attore rifiutò la parte perché non voleva interpretare un altro serial killer dopo il ruolo in Dahmer. Forse un Occhio di Falco sarebbe stato utile per sfuggire alla polizia.


Lo scrittore dei libri non voleva Michael C. Hall nei panni di Dexter. Jeff Lindsay era convinto fin da subito che Michael non fosse la scelta giusta, non vedeva i tratti distintivi giusti per il personaggio. I produttori lo vollero comunque al provino e lì Jeff cambio idea esclamando “È perfetto!”.


Non hanno quasi mai girato a Miami. La Miami Metro Police sarà a Miami no? Ovviamente no, dato che solo alcune riprese aree riguardavano quella città. Il grosso delle riprese era effettuato in California. Chi l’avrebbe mai detto?!?!


Ogni nome nella serie ha un significato. Dexter per esempio significa mano destra in spagnolo, la mano “giusta” per molti. Questo a nascondere il lato oscuro del personaggio. Tra gli altri nomi particolari anche Lumen, che significa lumino, lampadina e di sicuro non rispecchia il vero animo malvagio della ragazza.


La serie doveva concludersi con la morte del protagonista. Risparmiatevi pure i “What?!?”, ma gli autori avevano pensato di concludere senza “happy ending” la serie. L’idea è stata bocciata dal canale di trasmissione Showtime in quanti volevano che il protagonista sopravvivesse e concludesse la sua vita in un modo “normale”. Quale soluzione avreste preferito?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.