FOX  

Homeland: la quiete prima della tempesta

La calma mostrata nel primo episodio di Homeland sembra già in procinto di precipitare.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

La quinta stagione di Homeland è iniziata e, come già accaduto in passato, ci ha spiazzato con il suo cambio di scenario. La serie, infatti, riparte due anni dopo gli eventi della scorsa stagione, con una Carrie apparentemente rinnovata, nell'aspetto e nell'anima.

Uno dei più grandi pregi di Homeland è il fatto che ad ogni episodio, ad ogni stagione, la protagonista ha saputo darci sempre una nuova immagine di sé, pur rimanendo coerente con se stessa. È vero che questo potrebbe essere considerato un ossimoro, ma pensateci bene: cambiano gli scenari, si consolidano le certezze, entrano in gioco nuove sfide eppure rimane in qualche modo sempre la solita Carrie, con le sue incertezze, i suoi dubbi e la sua personale battaglia interiore. 

Dicevamo, nel primo episodio abbiamo ritrovato Carrie a Berlino, quasi felice del suo status di madre –ricordatevi bene come aveva preso questo ruolo all’inizio della quarta stagione – e estraniata completamente da tutto il mondo della CIA!

La verità però, come sappiamo, specialmente in Homeland, non è mai quella che sembra: nell'episodio di stasera, infatti, scopriremo che la nostra eroina sarà coinvolta in una nuova "crisi": vecchi amici busseranno alla sua porta e, soprattutto, scheletri che credeva sepolti torneranno ad affacciarsi dai suoi armadi.

Cosa succederà? Per scoprirlo non vi resta che attendere le 21 di questa sera, con il nuovo episodio in prima assoluta di Homeland, in prima assoluta su FOX.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.