FOX   

X-Files - Genesi di un mito

di -

Chris Carter ha mescolato poliziesco, fantascienza e molto altro per dar vita a una serie immortale.

4k condivisioni 330 commenti

Condividi

Negli anni '20 i robot di Metropolis, il capolavoro di Fritz Lang, impersonavano il desiderio di progresso e l'amore per la tecnologia, destinato a crescere anno dopo anno. Negli anni '50 l'America esorcizzava la paura dell'invasore, il nemico comunista, attraverso i film di fantascienza. Negli anni '70 la paura era quella del diverso, dell'alieno, dell'ignoto. Il mostro di Alien la incarnava e apriva la strada al Terminator, protagonista del decennio successivo, e a uno spaventoso Giorno del Giudizio in cui le macchine avrebbero sopraffatto l'uomo.

Poi arrivarono gli anni '90 e un ragazzo californiano, laureato in giornalismo e appassionato di surf, s'ispirò alle sue passioni televisive (Ai confini della realtà e Kolchak: The Night Stalker, il cui remake è stato trasmesso in Italia da FOX), per creare una serie incentrata sulla fantascienza, le leggende popolari e il soprannaturale.

Era il 1992 e Chris Carter, appena assunto dalla Twentieth Century Fox Television, scelse come protagonisti due agenti dell'FBI grazie al successo de Il silenzio degli innocenti. Affibbiò al protagonista maschile il cognome di sua madre e il nome di un vecchio compagno di scuola, alla protagonista femminile il cognome di un radiocronista sportivo e voilà: era nato X-Files, un mito che avrebbe riassunto decenni di fantascienza nell'incontro-scontro fra due personaggi, incarnazioni di due atteggiamenti diversi verso la vita e i suoi misteri. Mulder e Scully: la fede e la scienza, l'accettazione della possibilità e la granitica certezza del tangibile.

Chris Carter ha dimostrato che mescolare generi diversi era la chiave per rivoluzionare la TV, e che ogni creatura di X-Files (alieni, vampiri, licantropi...) raccontava una delle nostre paure, metteva in scena uno dei nostri sogni, combatteva una delle nostre battaglie. Ora, tredici anni dopo il finale di serie, X-Files annuncia il suo ritorno in TV con la miniserie-evento che debutterà a gennaio su FOX, a breve distanza dalle messa in onda negli Usa. E farà di X-Files l'unica serie sopravvissuta per ben due stagioni al "cambio" di protagonisti, approdata due volte sul grande schermo e "riesumata", con grande entusiasmo, molti anni dopo la sua conclusione.

Evidentemente, c'è ancora bisogno di Mulder e Scully. E c'è ancora molta, molta voglia di credere. Così tanta che MondoFox ci accompagnerà lungo la storia di X-Files, ricostruendola con diversi estratti dalla sue nove stagioni, per scoprirne tutti i segreti fino al fatidico momento: il ritorno in TV.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.