FOX  

Oucast e la possessione demoniaca: film che non si dimenticano

di -

Oucast, tratto dal fumetto di Robert Kirkman, racconta la storia di un uomo in grado di esorcizzare le persone possedute: è solo l'ultimo dei personaggi "dannati.

Patrick Fugit è Kyle Barnes in Outcast

545 condivisioni 115 commenti

Share

Senza dubbio è una delle serie più attese dell’anno. Perché il genio di Robert Kirkman ha colpito ancora: dopo aver portato il suo fumetto in tv, con The Walking Dead, uno degli autori più significativi nell’horror contemporaneo ha dato vita al fumetto e alla serie di Outcast, prossimamente in contemporanea mondiale su FOX.

Outcast racconta la storia di Kyle Barnes (Patrick Fugit, in TV) che si è sempre trovato circondato da persone possedute e ha scoperto di avere un'abilità: esorcizzarle dai demoni, prendendone il posto. Una volta cresciuto, Kyle cerca di dipanare il mistero che avvolge il suo “dono” maledetto.

E il suo non è certo il primo caso di personaggio “dannato”, che lotta contro la possessione demoniaca e contro il Male che rappresenta. Molte serie TV (X-Files, Penny Dreadful, Supernatural, Perception…) hanno dedicato all’argomento degli episodi memorabili.

Ma il filone della possessione è stato sfruttato soprattutto dal cinema: è uno dei più prolifici all’interno del cinema horror, perché è anche uno dei più spaventosi. Spesso, infatti, i film sulla possessione sono tratti da fatti di cronaca rimasti senza spiegazione. La drammatizzazione, naturalmente, c’è: il cinema rende sempre più spettacolare (e spaventosa) la realtà, con i suoi potenti mezzi. Ma sapere che alla base di tutti ci sono testimonianze reali rende l’argomento inquietante, oltre che scomodo. Questo, però, non ha mai fermato la produzione.

Grazie al successo de L’esorcista, tratto dal romanzo di William Peter Blatty e portato sul grande schermo da William Friedkin, abbiamo esplorato tutte le declinazioni del genere. Da Entity, storia di una donna molestata da un’entità demoniaca a Amityville Possession, con una casa stregata che spinge il nuovo inquilino a sterminare la famiglia. Da L’esorcismo di Emily Rose, basato sulla storia di una donna tedesca, a The Possession, con Sam Riami al timone di un racconto legato a una scatola acquistata su eBay e legata a eventi soprannaturali e possessioni. The Conjuring è ispirato alla storia vera di Ed e Lorraine Warren, celebri ricercatori sul paranormale.

Gli esempi sono moltissimi (impossibile citarli tutti, i casi sono stati moltissimi, senza contare le parodie: Posseduta e Ri-posseduta su tutte, con una Linda Blair adulta che prendeva in giro se stessa per L’Esorcista). E poi c’è il filone contemporaneo. Lo stile documentaristico l’ha fatta da padrone sia nei popolarissimi Paranormal Activity (arrivati al quarto sequel) che in tutte le varie imitazioni.

A fare la differenza, più che gli effetti speciali sono le interpretazioni. Anthony Hopkins ci ha stregati con il suo ritratto di un esorcista (basato su un saggio del 2009) ne Il rito, il ragazzino di Insidious (e seguiti) ci ha tenuti svegli e L’ultimo esorcismo ci ha impresso nella memoria il reverendo Cotton Marcus (Patrick Fabian).

Outcast è solo l’ultimo capitolo di una storia millenaria, che dal Medioevo a oggi tenta di esorcizzare la paura rappresentata dai demoni che prendono il controllo degli esseri umani. Nel tentativo di spiegare, e di scacciare, la malvagità e l’oscurità che a volte albergano nell’animo dell’uomo...

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.