FOX  

Recensione di American Horror Story: Hotel - Episodio 5 Room Service

di -

Il nuovo episodio di American Horror Story: Hotel ci fa svela il passato di Liz Taylor e il nuovo presente di Iris. Mentre Alex commette una grave imprudenza...

American Horror Story: Hotel, Kathy Bates è Iris

456 condivisioni 88 commenti

Share

In questo episodio ricco di eventi, ci troviamo di fronte a un classico dei vampire movies: la trasformazione. Che è anche il tema alla base di questo nuovo episodio di American Horror Story Hotel, e che dal punto di vista di un medico è ancora più interessante. Alex Lowe ha la temperatura corporea di un cadavere, i suoi sensi si sono acuiti, e la domina un'irresistibile sete di sangue fresco. Oltre alla presunzione di dare l’immortalità a chiunque. Come Max, il suo giovanissimo paziente in condizioni critiche. Alex è presuntuosa e irresponsabile: manda a casa il ragazzino “miracolosamente” guarito, sapendo bene di mandare in giro un assassino. Ma senza preoccuparsene.

Si preoccupa, invece, Ramona Royale: Donovan le chiede aiuto e offre la sua collaborazione per distruggere la Contessa, vendicando l'amore tradito. Ma non sarà facile e Ramona ha di che essere scettica. A quel punto, Donovan offre una spia all'interno dell'Hotel Cortez, la madre Iris, che intanto deve fare i conti con la sua nuova “vita”. Con quell’immortalità che ha visto e odiato per vent’anni, mentre gli ospiti del Cortez, per vent'anni, non hanno visto lei. Invisibile, insignificante. Per l’eternità, ora. 

Denis O'Hare e Kathy Bates in American Horror Story: Hotel

Questo episodio esplora l’altro lato della medaglia: se da una parte ci sono la salvezza e l’immortalità, dall’altra c’è una condanna eterna. Nessun sollievo dalla morte: una vita miserabile resta una vita miserabile, per sempre. E un ragazzino vampiro resta un ragazzino, per sempre. Insofferente, avventato, incauto. E pronto a uccidere come se nulla fosse e a creare altri come lui, molti altri come lui. Tutto succede in fretta. Max è il sintomo di una malattia: la morte che esce dall’Hotel Cortez e si sparge per il mondo. Un’intera classe, in pochi minuti, diventa una classe di mostri proprio mentre i ragazzini sono travestiti per Halloween. Nemmeno la SWAT è preparata allo spettacolo che si trova di fronte. Ma non è un problema. Il problema è che i ragazzini vampiri vengono “salvati” dalla scuola e rimandati nelle loro case.

Questo Halloween sembra non finire mai, mentre il detective Lowe chiede aiuto e ottiene un licenziamento, e mentre Iris fa di tutto per tenere duro, per restare se stessa. Ma quando chiamano il servizio in camera, trattandola come al solito in modo indegno, crolla. E una grande Kathy Bates diventa protagonista, insieme a Liz Taylor (il sempre bravo Denis O'Hare) dell’episodio che cambia le regole del gioco: l’orrore non è più (solo) nascosto all’Hotel Cortez. L’orrore è ovunque. Anche se a volte ti permette di trovare te stesso, di trasformarti, com’è successo a Nick Pryor. La Contessa l’ha liberato… Per farne uno schiavo. Con la promessa della libertà, dell’eternità e dell’immortalità, la Contessa crea la sua corte di schiavi. Trasforma le persone, non necessariamente infettandole con "l’antico virus". Trasforma Nick Pryor in Liz Taylor mentre Iris si trasforma in una donna non più invisibile.

Anche John Lowe si sta trasformando: non è più un rispettato poliziotto, è un visionario che farnetica di fantasmi (al cospetto della guest star Robert Knepper). E sua moglie Alex si è già trasformata: nella nuova governante del Cortez. Perché la Contessa ha un piano (e un lavoro) per tutti...

Una scena di Room Service, il quinto episodio di American Horror Story: Hotel

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.