FOX  

Viola Davis: "Il problema non sono gli Oscar"

di -

A Hollywood infuriano le proteste per le mancate nomination ad attori di colore (per il secondo anno di fila...). Viola Davis dice la sua e non sono parole dolci.

Viola Davis sul red carpet degli Oscar

379 condivisioni 45 commenti

Share

"Il problema non sono gli Oscar, il problema è l'industria cinematografica di Hollywood". A lanciare queste pesanti accuse è Viola Davis, la star de Le regole del delitto perfetto. Una che di Academy Awards ne sa qualcosa, visto e considerato che è stata nominata per ben due volte.

Dopo che l'Academy non ha candidato un attore di colore in nessuna categoria per il secondo anno di fila, la Davis (Annalise Keating nella serie TV) ha voluto dire la sua su questo tema tanto delicato quanto discusso.

"Quanti film con protagonisti di colore vengono fatti ogni anno? Quanti di questi vengono distribuiti? Come pensano i grandi produttori quando fanno i casting? Puoi cambiare l'Academy, ma se non ci sono film con protagonisti di colore, per chi dovremmo votare?"

Gli Oscar non sono il vero problema, sono solo il sintomo di una malattia più grande.

Viola Davis ha già dichiarato che non prenderà parte alla cerimonia di premiazione, ma non si tratta di una presa di posizione come lei stessa ha voluto sottolineare: "Nessun boicottaggio, semplicemente andrò in vacanza."

Il red carpet degli Academy Awards perde quindi una delle sue regine, ma si preannuncia come uno dei più discussi di sempre. In fondo, quando il film dedicato a Martin Luther King ("Selma") è candidato alla vittoria finale ma 20 attori su 20 nominati sono bianchi, non potevano non scoppiare le polemiche.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.