FoxLife

Le più belle dichiarazioni d’amore di tutti i tempi: da Hollywood & Co

di -

La classifica delle 5 (+1) dichiarazioni d'amore più indimenticabili di tutti i tempi, tratte dai film più dolci, romantici e forti di Hollywood. Siete d'accordo?

Harry ti presento Sally: una delle dichiarazioni d'amore più belle

293 condivisioni 13 commenti 5 stelle

Share

“Ahhhh l’amore, questo folle sentimento che…”. FoxLife è, più di ogni altro canale, capace ci comprendere tutte le sfaccettature dell’amore. Serie tv come Grey’s Anatomy, Scandal e Sex and the City ci hanno abituati a così tante emozioni che ormai siamo diventate “addicted” ai sentimenti forti e puri. È per questo che oggi vogliamo fare una carrellata delle più belle dichiarazioni d’amore che ci ha regalato Hollywood.

Al 5° POSTO: Dirty Dancing

Pensiamo agli anni in cui è ambientato. Pensiamo alle regole e alle formalità degli anni ’60, al ruolo della donna, a quelle trasgressioni che oggi sarebbero state semplici banalità. In questo mood, l’arrivo deciso di Johnny che porta Baby sul palco è una dichiarazione piena di significato.

Nessuno può mettere Baby in un angolo.

Al 4° POSTO: Harry ti presento Sally

Questo non è solo il film in cui viene finalmente dimostrata la finzione dell’orgasmo femminile a tutti gli uomini che “no no, io lo so quando la mia donna finge”. Questo è anche il film che spinge a renderti conto che la vita è fatta di attimi che volano via. Ed è meglio non perderne nessuno.

Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi. Amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo. Mi piace che dopo una giornata passata con te, sento ancora il tuo profumo sui miei golf, e sono felice che tu sia l’ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo, e non è perché è la notte di Capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile.

Al 3° POSTO: Vi presento Joe Black

È senz’altro uno dei film in cui Brad Pitt raggiunge i più alti livelli di bellezza di sempre. Vita e morte si mixano fino a confondere i confini e in quella confusione ad avere la meglio è l’amore.

Lo so che ti suona smielato, ma l’amore è passione, ossessione, qualcuno senza cui non vivi. Io ti dico: buttati a capofitto, trova qualcuno da amare alla follia e che ti ami alla stessa maniera. Come trovarlo? Beh, dimentica il cervello e ascolta il cuore. Io non sento il tuo cuore. Perché la verità, tesoro, è che non ha senso vivere se manca questo. Fare il viaggio e non innamorarsi profondamente… beh, equivale a non vivere. Ma devi tentare perché se non hai tentato, non mai hai vissuto.

Al 2° POSTO: Jerry Maguire

Ognuna di noi avrebbe voluto essere la Renée Zellweeger che con coraggio si alzava e seguiva Tom Cruise, fiera di condividere tutti i valori che lui aveva messo nella sua relazione programmatica. Ognuna di noi vorrebbe essere la parte che completa il proprio uomo.

Stasera, per il nostro progetto, per la nostra società è stata una serata molto importante. Una serata molto, molto importante. Ma non era completa. Non era neanche lontanamente avvicinabile a una qualsiasi possibile completezza. Perché non potevo condividerla con te. Non sentivo la tua voce e non potevo ridere insieme a te. Mi manca mia moglie. Viviamo in un mondo cinico. Un mondo cinico. E lavoriamo in un ambiente di persone fortemente competitive. Io ti amo. Tu, tu mi completi.

Il bacio romantico di Jerry Maguire

Al 1° POSTO: Se scappi ti sposo

Il film che ha rimesso sullo stesso set Julia Roberts e Richard Gere quasi 10 anni dopo Pretty Woman, è un pugno al cuore. Nella dichiarazione che lei fa a lui c’è tutto il più romantico e dolce realismo che ci deve essere in una proposta.

Garantisco che per noi ci saranno tempi duri… garantisco che uno di noi due o tutti e due alla fine si stancherà… ma garantisco anche che se non ti chiederò di essere mia per sempre lo rimpiangerò a vita, perché sento nel mio cuore che sei l’unica per me.

PREMIO SPECIALE DELLA CRITICA

Non è un film, non è Hollywood, ma non c’è niente da fare… Derek Shepherd e l’ascensore del Grey Sloan Memorial Hospital in questa classifica non possono mancare.

 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.