Fuocoammare: l'Italia commuove Berlino e conquista l'Orso d'Oro

di -

Gianfranco Rosi conquista l'Orso d'Oro della 66/ima edizione della Berlinale con il suo documentario sull'esodo degli immigrati a Lampedusa.

l'Orso d'Oro della Berlinale a Gianfranco Rosi per Fuocoammare

195 condivisioni 1 commento

Condividi

Fuocoammare aveva colpito fin dall'inizio pubblico e critica del Festival del Cinema di Berlino. Il documentario di Gianfranco Rosi (già Leone d'Oro a Venezia con Sacro G.r.a.) è un toccante viaggio nelle vite dei migranti in esodo verso l'Europa, girato nel corso di un anno e mezzo a Lampedusa.

"Il mio pensiero va a tutti coloro che non sono mai arrivati a Lampedusa nel loro viaggio di speranza, e alla gente di Lampedusa che da venti trenta anni apre il suo cuore a chi arriva".

Queste le parole di Gianfranco Rosi durante premiazione, assegnata al Regista dalla Presidentessa della Giuria Meryl Streep. Rosi ha impiegato più di un anno per raccontare le drammatiche vicende dei migranti in cerca di un futuro, e le difficoltà degli isolani di fronte ad un esodo di tale portata.

Una tragedia immensa, che Rosi riesce a raccontare ancora una volta attraverso un'immersione totale nel contesto. Un Premio importante che solleva questioni politiche e sociali quanto mai urgenti e attuali.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.