FOX

Il Batman di Darren Aronofsky era troppo dark persino per Frank Miller

di -

In un'intervista, il creatore di Il Cavaliere Oscuro rivela il suo punto di vista sui film di Batman in arrivo e sul progetto mai realizzato di Darren Aronofsky.

l'artista Frank Miller

89 condivisioni 1 commento 0 stelle

Share

Sono giorni di fermento per i fan del Cavaliere Oscuro. Manca davvero pochissimo all'uscita di Batman v. Superman: Dawn of Justice e l'attesa dei fan dei due supereroi antitetici della DC è enorme. Nel film di Zack Snyder infatti si incontreranno e scontreranno l’eroe di Metropolis e il guardiano di Gotham City.

Il confronto tra Batman e Superman in Dawn of JusticeEntertainment Weekly
Una scena di Batman v. Superman: Dawn of Justice

In questi giorni non si parla solo del nuovo interprete di Batman Ben Affleck, ma anche del suo precedessore, Christian Bale. A quanto pare l’attore non è soddisfatto del suo ritratto dell’Uomo Pipistrello, nonostante la trilogia cinematografica di Christopher Nolan sia considerata da molti una delle vette più alte del filone dei cinecomics.

Chissà cosa ne pensa a riguardo il papà di Il Cavaliere Oscuro, Frank Miller. L'autore di fumetti è diventato col tempo una leggenda vivente, celebre per essere riuscito a rinnovare il mito di Batman e a resuscitare la stella di Daredevil. Ha inoltre creato i mondi visionari di 300 e Sin City, di cui ha preso parte anche alla realizzazione cinematografica.

Sul film di Batman in arrivo (che, insieme a Suicide Squad, è pesantemente influenzato dalla sua opera) e sul ritorno della sua Electra in TV si rivela molto diplomatico:

Non ho inventato Batman, non ho inventato Daredevil, non ho diritto di essere possessivo, ma una volta che ho lavorato su un personaggio, è difficile vederlo in un modo diverso dal mio. Nella maggioranza dei casi, se vedo quello che fanno, divento irascibile, perciò tendo a non guardarli, a esclusione di alcune eccezioni. 

Oltre al Batman del futuro prossimo e al Batman del recente passato, c'è anche un Batman che non esiste, quello di Darren Aronofsky. Il regista di Black Swan e Noah aveva tentato di portare su grande schermo proprio la saga poi resa celebre da Christopher Nolan qualche anno più tardi.

Darren Aronofsky e Frank Miller hanno lavorato a un Batman ancora più oscuroHDGettyImages
Il regista Darren Aronofsky

In una rara intervista concessa a The Hollywood Reporter, Frank Miller rivela qualche indizio in più del progetto naufragato anni fa. Il disegnatore lavorò al fianco del regista nell'elaborazione della storia e quella fu a suo dire la prima volta in cui la persona al suo fianco aveva un'idea di Batman ancora più oscura della sua. 

Un film tanto adulto e dark che Warner Bros si rifiutò di realizzarlo, preoccupata da una pellicola sui supereroi che sarebbe stata interdetta al pubblico dei più piccoli per il suo grado di violenza.

Anche la storia personale del milionario playboy di Gotham era molto diversa nella visione di Aronofsky: 

La Batmobile è solo una macchina potenziata. Batman ha voltato le spalle alla sua fortuna per vivere sulla strada, così da conoscere le sofferenze della gente.
Ha realizzato la sua Batcaverna in una parte abbandonata del complesso della metropolitana.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.